Brescia, rifiuti speciali, Noe scopre alla Poliambulanza apparecchi elettrici non coperti

0

I carabinieri del Nucleo Operativo Ecologico di Brescia, nell’ambito di una vasta attività di controllo coordinata dal Gruppo di Tutela Ambientale di Milano alle aziende ospedaliere e che ha interessato tutto il nord Italia, hanno svolto varie verifiche. L’obiettivo era quello di accertare la corretta gestione dei rifiuti speciali prodotti o stoccati dalle strutture presenti sul territorio di propria competenza.

Al termine delle operazioni, svolte nelle aziende sanitarie pubbliche e private, sono state accertate due irregolarità per deposito incontrollato di rifiuti. Nel primo caso, in provincia di Cremona, i carabinieri hanno riscontrato lo stoccaggio di contenitori liquidi per lo sviluppo di lastre, abbandonati a terra e violando le norme sulla gestione dei rifiuti in regime di deposito preliminare.

Nel secondo caso, alla Poliambulanza di Brescia, i rifiuti, formati da apparecchiature elettriche ed elettroniche, sebbene stoccati in un’area dedicata, erano depositati sul piazzale senza copertura e soggetti a dilavamento per le piogge. I due casi sono al vaglio dell’autorità giudiziaria per accertare le responsabilità dei soggetti che devono controllare.