Rally 1000 Miglia, i segreti della gara del 13 e 14 maggio. Con lo "storico" e "Sport"

0

E’ stata presentata martedì scorso al museo della Mille Miglia, a Brescia, in concomitanza con l’apertura delle iscrizioni, la quarantesima edizione del Rally 1000 Miglia in programma venerdì 13 e sabato 14 maggio. Per il terzo anno consecutivo la gara sarà tappa del Campionato Italiano WRC ma, rispetto gli anni precedenti, non sarà la prova d’apertura del calendario, bensì la seconda. Insieme alla gara principale, si terrà anche la settima edizione del Rally 1000 Miglia Storico e la prima edizione del Rally 1000 Miglia Sport, gara di regolarità. Tre i tratti cronometrati previsti, da ripetere una volta, per formare le sei prove speciali per un totale di 100,12 chilometri. Il tracciato ha invece uno sviluppo complessivo di 403,44 km asfaltati.

Le prove speciali offriranno come consuetudine la prova di apertura di Irma da 14,19 km, seguita dalle Pertiche da 21,80 km e Moerna da 14,07 km. Con Angelo Centola, direttore dell’Aci Brescia, la presentazione della manifestazione ha visto partecipe anche Andrea Dallavilla, due volte vice campione del mondo di Rally Junior e campione italiano nel 1997, da sempre molto vicino agli organizzatori della gara di casa. “Ho sempre provato forti emozioni a correre il Rally 1000 Miglia, che ho vinto nel 1997 e ora lo seguo da appassionato e do una mano. Il tracciato lo trovo molto bello e tra i più impegnativi d’Italia”.

Alcuni speravano nel ritorno della prova speciale del “Cavallino”, senza ombra di dubbio la prova simbolo della gara, ma il manto asfaltato appare oggi troppo rovinato per i canoni dei rally attuali. “Irma e Moerna sono comunque prove impegnative – conclude Dallavilla – e Pertiche è sicuramente la più selettiva, oltre alla più lunga”. La particolare collocazione temporale della gara bresciana è stata ricordata dal direttore dell’Aci Brescia Angelo Centola che ha sottolineato come “la data permette di avvicinare il rally all’attesa rievocazione della 1000 Miglia di velocità, creando di fatto una settimana dedicata ai motori. Tutti importanti momenti di aggregazione e promozione a rafforzare la tradizione sportiva dell’Automobile Club Brescia”.

Come di consueto protagonista sarà anche il pubblico. Anche per loro, il Rally 1000 Miglia è proposto in versione “storico”: una competizione dal fascino indiscutibile che riporterà sulle stesse strade le vetture che hanno fatto la storia della gara. Il percorso di gara dello “storico” ricalca quello del tradizionale con il primo passaggio dei concorrenti sulle prove speciali, in coda ai partecipanti della gara WRC e il secondo, invece, prima del passaggio delle moderne. La novità è costituita dalla prima edizione del Rally 1000 Miglia Sport, gara di regolarità che seguirà una disposizione simile a quella prevista per lo storico e concluderà i passaggi sulle prove speciali e la manifestazione nel suo complesso.

Il programma

La prima vettura, venerdì 13 maggio, partirà alle 20,30 dal Rally 1000 Miglia Village, effettuerà il passaggio con sosta al museo della 1000 Miglia, quindi affronterà la cerimonia di partenza in piazzale Arnaldo, cui seguirà l’ingresso al Parco Chiuso del Rally 1000 Miglia Village alle 21,45. Il giorno seguente, sabato 14, ripartenza alle 7,30, sei prove speciali e arrivo della gara previsto alle 18,45 in piazzale Arnaldo. Il primo giro vedrà le vetture WRC passare sulle tre prove cronometrate rispettivamente dalle 8,36, 09,14 e 10,20. A seguire le vetture storiche e quelle della regolarità sport.

I due giri di prove speciali per la gara del campionato italiano WRC saranno divisi dal passaggio al parco assistenza, sempre al Rally 1000 Miglia Village. Per le storiche, invece, il riordino è previsto a Nozza, in Valsabbia. A loro toccherà riaprire la contesa con il cronometro nel pomeriggio dalle 14,15 sulla Irma e alle 14,54 sulle Pertiche e alle 16,01 su Moerna. Proprio per questo arriveranno in piazzale Arnaldo anticipando tutte le altre vetture dalle 17,50. A chiudere i passaggi sulle prove speciali, sia il primo sia il secondo giro, gli equipaggi delle vetture della regolarità sport che concluderanno la gara con l’arrivo in piazzale Arnaldo dalle 19,39 di sabato 14.