Brescia, dal 7 maggio i "Trofei Motoestate" di Sandrini e Delmonte. Si parte dalla Franciacorta

0

E’ stata presentata la nuova stagione dei “Trofei Motoestate” rilanciata qualche anno fa da Bruno Sandrini e Filippo Delmonte. I due, con idee innovative, coinvolgendo negli appuntamenti agonistici anche le famiglie e ideando il “Race attack”, formula di prove e gare in un’unica giornata, hanno riaperto un trofeo fino ad arrivare ad avere oltre 200 piloti al via, suddivisi tra le categorie previste. Sono le Miniopen, Naked, 600 Mes, 1000 Mes, 600 Mds, 1000 Mds e Race Attack. Gli autodromi dove i trofei Wheelup Motestate saranno protagonisti sono Franciacorta e Varano con un doppio appuntamento e il Modena Green Circuit. Proprio il 7 e 8 maggio sul circuito bresciano si apriranno le contese.

Le altre date sono il 12 giugno, il 10 luglio, il 7 agosto e il gran finale il 25 settembre, sempre sul Daniel Bonara di Castrezzato. “Inutile negare che il Motorsport sta attraversando un momento difficile – ricorda Sandrini – con il numero di praticanti in calo. Noi abbiamo cercato di rispondere a questo trend negativo, coinvolgendo i più giovani, con l’introduzione anche delle categorie minimoto, mini gp e Hoyale. Per chi vuole avvicinarsi al motociclismo abbiamo pensato a ‘primi passi in moto’ dove, accompagnati da istruttori federali, i bambini potranno in modo ludico e dimostrativo avvicinarsi alle moto”. Un coinvolgimento a 360 gradi dedicato alle famiglie. Come detto, le categorie dei trofei Motoestate sono diverse e soddisfano tutti palati motociclistici.

La Miniopen è dedicata alle moto di derivazione motocross adattate per le corse su pista e gare tiratissime grazie all’equilibrio dei mezzi. La Naked ospita le “nude” due ruote, con marche come Triumph Street Triple, Mv Agusta, Honda Hornet, KTm Duke e Aprilia Tuono. Le 600 Mes, insieme alle 1000 Mes, rappresentano la storica del Motoestate. La prima categoria ha lanciato i migliori talenti nazionali ai vertici delle gare mondiali. La classe regina è certo la 1000 Mes, con le superbike e Superstock e piloti di grande esperienza, molti dei quali dal passato blasonato. Questa è anche la categoria più veloce dei trofei Wheelup Motoestate, con le moto che sognano gli appassionati, quali Bmw Ducati, Honda Kawasaki e Suzuki.

Le categorie 600 Mds e 1000 Mds prevedono un costo limitato grazie all’adozione del monogomma e a un regolamento tecnico restritivo. Infine, il Race Attack, sempre per le classi 600 e 1000 con la formula “tutto in un giorno”, tra prove ufficiali al mattino e gare nel pomeriggio e due manches con somma dei punti. “Abbiamo studiato tale formula per chi proviene dalle prove libere e per i neofiti – ricorda Sandrini.- Si tratta di vere gare, fatte in sicurezza e con costi contenuti”. Il primo appuntamento in Franciacorta vuole attirare il record di presenze, superando i 2.500 visitatori dello scorso anno. Una sfida che Sandrini e Delmonte non hanno paura di perdere.