Verolanuova e Leno, due in manette. Uno evade da domiciliari, l’altro deve scontare il carcere

0

Due ricercati sono stati rintracciati dai carabinieri della compagnia di Verolanuova in questi giorni. Il primo, un senegalese di 25 anni, era evaso in precedenza da una casa di Verolavecchia dove stava scontando gli arresti domiciliari ed è stato trovato alla stazione ferroviaria di Verolanuova. E’ stato portato nel carcere di Canton Mombello a Brescia e il giorno seguente condannato per direttissima dal tribunale e rimesso ai domiciliari.

Il secondo, un macedone, è stato rintracciato a Manerbio durante un controllo nel quale ha fornito ai militari di Leno generalità e documenti di identità falsi. Senza fissa dimora in Italia, per lui sono scattate le manette e condannato per direttissima, il giorno seguente, dal tribunale di Brescia a 1 anni e otto mesi di reclusione.

I carabinieri hanno anche verificato che l’uomo era stato colpito da un’ordinanza di carcerazione emessa dalla procura di Alessandria per scontare più di due anni di reclusione per una rapina commessa nella provincia piemontese nel 2009. In più era destinatario di un mandato di cattura internazionale per scontare un anno di reclusione, emesso dall’autorità giudiziaria macedone per truffa. Si trova in carcere per scontare le pene.