Chiari, accoltella connazionale in piazza dopo lite. 39enne tunisino condannato a 12 anni

0

Le cronache cittadine e nazionali dell’estate di due anni fa, in particolare di agosto, parlavano di un delitto avvenuto nel bresciano. Il drammatico scenario si era presentato la notte del 5 agosto del 2014 davanti a un locale in piazza a Chiari, nella bassa. Quando era circa l’una, un uomo di 39 anni di origine tunisina, Jamel Alti, diede una coltellata diretta al cuore al 27enne Mohamed Hameni, anche lui nordafricano.

Il secondo morì sul colpo in un lago di sangue e ogni tentativo di rianimarlo era stato inutile. L’aggressore ha sempre detto di professarsi innocente in quanto si sarebbe difeso dalla presunta violenza della vittima.

Una teoria, però, alla quale i giudici del tribunale di Brescia non hanno creduto, accogliendo, invece, la richiesta dell’accusa. Per questo motivo il 39enne è stato condannato a 12 anni di carcere. Il suo avvocato potrebbe presentare ricorso contro la sentenza.