Tre arresti tra Manerbio e Brandico. Beccati due inquilini pusher

0

I carabinieri della Compagnia di Verolanuova negli ultimi giorni sono stati impegnati in una serie di controlli nella bassa bresciana, portando all’arresto di tre persone. La prima operazione è stata eseguita a Manerbio dove i militari da tempo stavano verificando l’appartamento in un condominio già noto alle cronache per il fermo di altri individui per spaccio di droga. Hanno messo le manette a due persone per detenzione illecita in concorso di sostanze stupefacenti, in particolare per 90 grammi di cocaina in pietra, in parte frammentata e circa 20 grammi di eroina in tredici dosi di cellophane.

Poi altri 50 grammi di hashish divisa in due blocchi e nascosta in varie parti della camera da letto, in parte già pronta per essere spacciata e in parte da tagliare. I due fermati sono un uomo di 48 anni residente a Manerbio in una casa popolare e e un 40enne che, pur residente ad Adro, è senza fissa dimora e ospitato dal 50enne. I due, dopo aver trascorso la notte nelle camere di sicurezza della caserma di Verolanuova, il giorno dopo sono stati condotti al tribunale di Brescia dove l’arresto è stato convalidato.

Per loro è scattata la custodia cautelare in carcere in attesa del processo e sono stati portati a Canton Mombello. La seconda operazione si è svolta a Brandico dove i carabinieri, eseguendo un decreto emesso dall’autorità giudiziaria, hanno rintracciato e portato in carcere un uomo di 37 anni, residente in paese. I carabinieri di Dello lo avevano beccato a trasgredire alcune misure di detenzione e per questo motivo gli è stata ristretta la custodia cautelare.