BRESCIA – Movember 2015, dalla crescita dei baffi 14 mila euro per i progetti Ant

0

Adesione da record per la quarta edizione di Movember Brescia che nel mese di novembre ha permesso di raccogliere la cifra di 14.000 euro a favore di Fondazione ANT e dei suoi progetti gratuiti di assistenza domiciliare specialistica ai malati di tumore e di prevenzione oncologica. Grazie ad attività diffuse tra Brescia e provincia, al coinvolgimento dei team sportivi del territorio e dei più noti locali, in sole quattro edizioni Movember ha permesso di raccogliere complessivamente oltre 38.000 euro.

Movember è l’iniziativa internazionale – nata da un’idea di alcuni giocatori di rugby australiani – che in modo originale e spensierato parla di prevenzione al cancro della prostata e dei testicoli, ancora oggi argomento tabù, perché percepito come sconfitta della virilità: la sfida per chi aderisce è lasciarsi crescere i baffi per tutto il mese di novembre come simbolo di sensibilizzazione sul tema della diagnosi precoce delle malattie tumorali maschili.

Anche a Brescia, nel novembre scorso, rugbisti e sportivi si sono improvvisati ambasciatori della solidarietà diffondendo – in rete, sui social network e dal vivo – la benefica moda dei baffi. Tante le occasioni di raccolta fondi promosse nel corso del mese in città e provincia: undici serate con aperitivo e quattro concerti durante i quali sono state distribuite (a fronte di un’offerta) 1.800 magliette disegnate da Art of Sool e 550 baffi di cioccolato. Grande partecipazione in particolare per lo Stand by D Music Fest”, maratona musicale organizzata alla Latteria Molloy in ricordo di Davide Brasolin, giovane studente assistito da ANT durante la sua malattia.

Il tutto per sostenere le attività gratuite che Fondazione ANT porta avanti da 15 anni a Brescia e provincia. Dal 2001, infatti, ANT ha assistito a domicilio oltre 4.000 sofferenti, grazie al lavoro di uno staff sanitario specializzato nel dare cure palliative, terapie medico-infermieristiche e sostegno psicologico. Inoltre dal 2009 ANT ha organizzato 41 giornate di prevenzione al Melanoma offerte ai cittadini bresciani per un totale di 1.456 visite dermatologiche, svolte presso sedi messe a disposizione dai comuni, ambulatori medici, istituti di cura e a bordo dell’Ambulatorio Mobile ANT – Bus della Prevenzione, dotato di videodermatoscopio all’avanguardia.

Le squadre di rugby coinvolte sono state A.S. Rugby Bassa Bresciana, Rugby Brescia, Rugby Botticino, College Club

Rugby, Cus Brescia, Rugby Fiumicello Gussago Rugby Club, Rugby Desenzano, Rugby Lumezzane, Rugby Ospitaletto, Rugby Valle Camonica. Alle quali si sono unite le giocatrici del 3Team Calcio di Flero. Movermber Brescia ha potuto contare sull’appoggio di testimoni di eccezione come il mediano della nazionale italiana di Rugby Paul Griffen, Guglielmo Palazzani – giocatore del rugby a 15 per la squadra internazionale Le Zebre, lo schermidore Andrea Cassarà, Melania Gabbiadini, calciatrice della Nazionale Italiana Femminile e capitano del Verona Calcio, Alessandro Cittadini e Marco Passera – campioni di basket per Basket Brescia Leonessa, il velista Carlo Fracassoli. E poi creativi, artisti e musicisti, come Charlie e Piergiorgio Cinelli, The Crowsroads, The Lemon Squeezers e il maestro Gianni Alberti.

Movember è stato reso possibile grazie al sostegno di negozi, locali e istituzioni: Try Sport, Barbiere in Ferrari, Flyzone, Latteria Molloy, La Bodeguita, Cakao, Carmen Town, Carpe Diem, Udaberry, Cosmopolitan di Leno e Comune di Manerbio.