BRESCIA – Poste via Gambara, ex dipendente inveisce contro un’addetta. 43enne in manette

0

Un uomo di 43 anni, originario di Messina, ma residente a Brescia, ieri è stato arrestato da una Volante della polizia perché aveva provocato dei disordini all’interno di un ufficio postale. L’episodio si è verificato quando erano circa le 12,30. Il siciliano è entrato nella sede postale di via Lattanzio Gambara, a poca distanza dal tribunale, per poi infilarsi nell’ufficio di una dipendente.

Quest’ultima non conosceva l’uomo e quindi non avrebbe mai avuto l’idea di cosa lui avrebbe potuto fare. In quel momento l’uomo, alle prese con un attacco d’ira, ha scagliato il computer contro l’addetta e ribaltato la sua scrivania. Il frastuono ha allertato gli altri dipendenti dell’ufficio postale andati in soccorso della donna e dopo aver chiamato il 112 per chiedere l’intervento delle forze dell’ordine.

L’uomo avrebbe urlato alla dipendente il fatto che proprio la donna sarebbe stata la responsabile del licenziamento del violento. Sul posto arriva una Volante della polizia che riesce a bloccarlo e a mettergli le manette, ponendolo in arresto. Analizzando la posizione dell’uomo si è scoperto che era stato effettivamente un dipendente di Poste Italiane e che avrebbe compiuto quelle azioni anche in altre sedi lombarde.

In più, in passato era già stato denunciato per danneggiamento e interruzione di pubblico servizio. Stesse accuse, insieme alle lesioni, che lo hanno portato all’arresto, poi convalidato. Gli è stato disposto il divieto di allontanarsi dal paese di residenza.