BERGAMO – A lezione di legalità economica, la Guardia di Finanza torna tra gli studenti

0

Domani, mercoledì 17 febbraio alle 9,30, alla scuola Superiore “Mario Rigoni Stern” di Bergamo, si terrà il primo incontro della quarta edizione del progetto “Educazione alla legalità economica” proposto alle scuole primarie e secondarie locali dal comando provinciale della Guardia di Finanza di Bergamo e dall’Ufficio Scolastico Territoriale sulla base del protocollo d’intesa nazionale fra le Fiamme Gialle e il Ministero dell’Istruzione. All’incontro di presentazione interverranno il dirigente dell’ufficio scolastico Patrizia Graziani e il comandante Vincenzo Tomei.

“All’iniziativa hanno aderito circa 1.200 bambini e ragazzi di quindici scuole di tutta la provincia, interessate all’intervento dei finanzieri – dice Graziani.- A prosecuzione di una pluriennale collaborazione, anche quest’anno abbiamo promosso il progetto finalizzato a diffondere, già a partire dai più piccoli, modelli di comportamento virtuosi che promuovano la legalità in campo economico-finanziario come un valore da perseguire e difendere con stili di vita positivi e responsabili”.

Per il comandante provinciale, “l’impegno profuso dal Corpo in questo progetto è da considerarsi un sicuro investimento per il futuro. Le numerose adesioni all’iniziativa e il consenso unanime che ha riscosso in passato ci spingono sempre più a perfezionare e ad ampliare gli aspetti concreti da trattare con i nostri giovani interlocutori. La missione che ci proponiamo è quella di avviare i ragazzi alla conoscenza del principio di ‘legalità economica’ e del valore del suo messaggio, dimostrandone l’assoluta bontà e l’estrema convenienza in termini di giustizia ed equità sociale”.

Il progetto, nell’ambito di un programma pluriennale di attività riferite all’insegnamento “Cittadinanza e Costituzione”, prevede l’organizzazione, a livello nazionale, di incontri nelle scuole per diffondere e valorizzare fra i giovani il concetto di sicurezza economica e finanziaria. Affermare il messaggio della convenienza della legalità economico-finanziaria, stimolare nei giovani una maggiore consapevolezza del delicato ruolo rivestito dalla Guardia di Finanza come organo di polizia vicino a tutti i cittadini, di cui tutela il bene fondamentale delle libertà economiche.

L’iniziativa è abbinata al concorso “Insieme per la legalità” ideato per sensibilizzare i giovani sul significato civile ed educativo della legalità economica, nonché sulle attività e sul ruolo della Guardia di Finanza, favorendo l’espressione libera, creativa e spontanea degli studenti, attraverso la rappresentazione grafico pittorica e la produzione video fotografica.