CALCINATO – Spaccia in zona industriale, arrestato 33enne. Altri fermi dall’inizio 2016

0

Nei giorni scorsi a Calcinato, nella bassa bresciana, la stazione locale dei carabinieri, nell’ambito di un’attività per controllare il territorio e concludere vari accertamenti, ha arrestato per detenzione di sostanze stupefacenti ai fini di spaccio un nordafricano di 33 anni gravitante nell’Est bresciano. I militari hanno avuto notizia dalla zona industriale, nella frazione di Ponte San Marco, di un giovane abituato ad aggirarsi nelle campagne retrostanti. Così lo hanno pedinato e rintracciato mentre era a piedi.

L’uomo aveva un comportamento irrequieto e anomalo, quindi è stato perquisito. Addosso aveva circa 35 grammi di eroina nascosta nelle tasche dei pantaloni. Il controllo ha poi riguardato la sua casa permettendo di trovare un’altra dose di hashish e una bilancia di precisione, oltre a materiale vario per confezionare la droga. Quest’ultima operazione rientra nel più ampio progetto di contrasto alla diffusione della droga che da tempo la Compagnia dei carabinieri di Desenzano sta portando avanti, in particolare negli ambienti frequentati dai giovani.

Dall’inizio dell’anno i militari, nell’ambito di questa attività, hanno arrestato due persone, denunciate altre dieci all’autorità giudiziaria e altrettanti segnalati come assuntori di sostanze stupefacenti. Poi si è giunti al sequestro di 35 grammi di eroina, 535 grammi di hashish, 35 di marijuana e alcune dosi di cocaina. Eseguiti anche quasi un centinaio di controlli preventivi antidroga, anche con l’ausilio di unità cinofile. Per quanto riguarda i reati contro il patrimonio, nello stesso periodo di tempo sono state arrestate nove persone accusate a vario titolo. In tutti i casi la refurtiva è stata integralmente recuperata e restituita agli aventi diritto.