ARTOGNE – Tenta di strangolare la moglie per gelosia. Vicini di casa salvano la donna

0

Lo scorso mercoledì sera si è sfiorato un nuovo caso di femminicidio per quanto riguarda la provincia di Brescia. E’ successo in una casa di Artogne, in Valcamonica, coinvolgendo un manovale di 52 anni e la moglie di 50, entrambi di origine rumena. Tra i due si è scatenata una lite, sembra non la prima volta, con l’uomo che in preda a un raptus ha afferrato il collo della donna, tentando di strangolarla.

Le urla della coppia durante l’alterco sono state sentite anche dai vicini di casa che hanno chiamato i carabinieri e poi sono riusciti a intervenire, liberando la donna dalla presa. Sul posto è giunta una pattuglia del Nucleo operativo e Radiomobile di Brescia insieme a un’ambulanza per precauzione.

Sembra che a scatenare la lite sia stata la gelosia che il manovale provava da tempo verso la moglie, madre di due figli e rea di uscire spesso da sola oltre a frequentare persone estranee al contesto familiare. Per l’uomo sono scattate le manette ed è stato portato in caserma per essere sentito.

Giovedì mattina il tribunale di Brescia ha convalidato il fermo e disposto il trasferimento nel carcere di Brescia dove sarà interrogato. La donna è stata condotta all’ospedale di Esine dove le sono state segnalate alcune ferite al collo.