SALO’ – Chiede il cellulare che aveva smarrito. Ma resta vittima di due baby estorsori

0

Perde il cellulare, prova a mandare un messaggino per verificare se dall’altra parte qualcuno risponde e si trova con una richiesta di dare 400 euro per riaverlo indietro. La vicenda è capitata la scorsa settimana a un cittadino che si era rivolto ai carabinieri della Compagnia di Salò per denunciare l’episodio. Ha detto di aver smarrito il dispositivo sul quale erano memorizzati diversi contatti di lavoro e dei social e quindi avrebbe provato a inviare il messaggio.

Lo sconosciuto interlocutore che aveva in mano il cellulare incriminato ha intimato al proprietario di trovarsi a una fermata dell’autobus in un determinato giorno e ora con i 400 euro. E di non fare scherzi perché poteva contare su alcuni amici. Così la vittima si è presentata all’appuntamento, mentre i carabinieri si sono confusi nella folla aspettando che arrivasse lo scambio.

Dopo pochi minuti sono intervenuti e hanno identificato un ragazzo e un complice, entrambi minorenni. Hanno ammesso di aver organizzato il piano ritenendolo solo una bravata. Il cellulare è stato restituito al legittimo proprietario, mentre i due giovani sono stati segnalati alla procura del tribunale dei Minori di Brescia e ai loro genitori.