BRESCIA – Mostra di presepi in Duomo Vecchio, 20 mila visite. Il 23 gennaio i premi al PalaBanco

0

Oltre 20 mila visitatori sono andati fino ad oggi in Duomo Vecchio a Brescia per la mostra dei presepi nell’ambito della 42a edizione del concorso. La rassegna ha superato i 250 iscritti e le premiazioni si terranno il 23 gennaio alle 15 al Pala Banco con il vescovo Luciano Monari e il sindaco Emilio Del Bono. I presepi, esposti in città a cura di Mcl, con il patrocinio e il sostegno del Comune di Brescia e della Diocesi, hanno però subito anche alcuni atti di vandalismo.

Non manca però il concorso e l’adesione popolare alla manifestazione, collegata al concorso. presepi. Le iscrizioni si sono chiuse il 23 dicembre e sono aumentate rispetto allo scorso anno, raggiungendo 265 iscritti. In leggero calo, invece, le visite alla mostra in Duomo Vecchio, che conferma di essere la rassegna più completa e frequentata di cultura arte, storia e fede della città e della Provincia. All’ultimo giorno dell’anno si varcherà la soglia delle 20 mila visite nei diciotto giorni di apertura, con una media di oltre mille ingressi giornalieri e punte che sfiorano e superano i 3 mila nei giorni festivi e prefestivi in cui si ha la maggiore affluenza con vari ingorghi.

C’è spazio anche per alcune opere in mostra. Dalla “Cerchia” di Andrea Celesti di fine ‘600 e inizio ‘700, la Madonna col Bambino e San Gaetano di olio su tela tratta da una collezione privata di Renato Laffranchi di Rivarolo Mantovano, nato a Mantova nel 1923). Poi “L’Arca del Signore” con tempera su tavola da 160×140 cm dalla collezione Paolo VI di Concesio.

Poi Colombe di Floriano Bodini di Gemonio, nato a Varese nel 1933 e scomparso a Milano nel 2005. Basato su tecnica mista su carta (penna, acquerello e tempera) del 1983 da 20×17,5 cm dalla collezione Paolo VI di Concesio. Il 4, 5, 7 e 8 gennaio alle 10,45 e alle 15 sono previste anche visite guidate alla mostra dei presepi e alle opere d’arte del Duomo Vecchio. In città e provincia vanno avanti anche le mostre dei presepi e di “Art’E’ Natale”.