Patarò Lumezzane va in trasferta per cercare la salvezza

0

80 minuti per decidere una stagione. Per il Patarò Lumezzane il confronto con Verona, in programma alle 14.30 di domenica sul campo scaligero di via della Diga, vale il raggiungimento del traguardo annuale: la salvezza.

Il  XV di Gosling ha un’unica possibilità: vincere per mantenere il terzo posto della classifica del girone due della serie A, l’ultimo a garantire la partecipazione alla pool promozione nella seconda parte della stagione.  Ma lo stesso discorso vale per il rodato team guidato da Zanichelli che l’anno scorso è arrivato ad un soffio dall’Eccellenza, prendendo parte alle  semifinali.

La pressione è alta in entrambi gli spogliatoi e il match si annuncia delicato anche e soprattutto dal punto di vista psicologico. Cattina e compagni sono chiamati a mantenere i nervi ben saldi e le bocche ben cucite per non essere puniti dal direttore di gara  Giorgio Sgardiolo e non commettere troppi falli, onde evitare  di incassare troppi punti dalla piazzola. La battaglia si annuncia delicata soprattutto in mischia chiusa, fiore all’occhiello dei veronesi, che proprio grazie ad un pack in versione bulldozer sabato scorso hanno sfiorato la vittoria con il quotatissimo Colorno.

Dalla loro i padroni di casa hanno pubblico e precedenti, avendo centrato 3 vittorie negli quattro incontri con i lumezzanesi.  La prima vittoria dei valgobbini contro gli scaligeri è recentissima, ma pur sempre memorabile. Proprio contro il XV di Zanichelli i rossoblù hanno sfoderato la miglior prestazione vista fin ora, passando per 25 -15. A trascinare i valgobbini fu il pilone Piciaccia – autore di ben tre mete – e capace insieme a compagni Zoli e Aluigi di mettere in difficoltà una delle migliori prime linee del campionato. Ma Aluigi domenica non ci sarà, perché deve scontare due settimane di squalifica per aver offeso l’arbitro durante il match con Torino. Al suo posto giocherà il 20enne Nicola Piovani, all’esordio da titolare.

“Sarà una guerra – annuncia coach Gosling – soprattutto in mischia chiusa, fase nella quale Verona è maestra, come ha saputo dimostrare sabato scorso contro Colorno. Ci aspettiamo una formazione più agguerrita e completa rispetto a quella che abbiamo affrontato all’andata e non sarà affatto facile. Noi abbiamo perso un po’ di giocatori rispetto a quella partita, ma sono fiducioso perché in settimana abbiamo lavorato molto bene. Dobbiamo dare il massimo, perché la posta in palio è molto alta: salvarsi a questo punto della stagione ci consentirebbe di tirare un grosso sospiro di sollievo.”

Le assenze si registrano soprattutto nel reparto degli avanti: oltre agli squalificati Aluigi e Pagani mancano gli infortunati Bellandi, Seminara e Montini.

La Formazione del Patarò Lumezzane: Masgoutiere; Zaffino, Raza, Locatelli, Gustinelli, Faralle, Canale; Cattina, Rizzotto, Rossetti; Scotuzzi, Cuello; Piciaccia, Zoli, Piovani. A disposizione: Gennari, Menta, Magli, Salvi, Zaina, Giallongo, Scaramella, Lepre.