BRESCIA – Attentato PolGai, aperta inchiesta per terrorismo. Si indaga su pista anarchica

0

Potrebbe esserci la pista anarchica dietro l’esplosione di stamattina all’alba a Brescia, davanti alla sede della scuola di polizia in via Veneto. Partiamo dai fatti. Alle 4,30 i residenti sentono un boato provenire dalla zona dove si trova l’istituto per la formazione degli agenti di polizia Giudiziaria Amministrativa Investigativa (PolGai). Sul posto vengono subito allertate le forze dell’ordine con i vigili del fuoco, la Digos e la polizia scientifica di Brescia. Giunti sul luogo, trovano una sorta di zainetto, probabilmente il contenitore della bomba piazzata all’interno. Gli inquirenti hanno poi rilevato tracce di polvere pirica deflagrata da una pentola a pressione che c’era nello zaino.

Mentre la Scientifica fotografa gli elementi a terra e raccoglie tutti i possibili indizi, si analizzano le immagini riprese dalle telecamere di video sorveglianza che circondano la zona. Dal filmato, si nota un uomo con viso coperto e cappuccio in testa, di media corporatura, mentre posiziona il plico davanti all’ingresso della scuola e poi fugge. Passano 13 minuti prima che l’ordigno esploda. Il botto ha danneggiato una parte della struttura, ma la vetrata blindata sul portone è rimasta quasi intatta. Dall’altra parte della strada, invece, sono state colpite alcune auto parcheggiate.

Le indagini stanno accertando se la bomba rudimentale sia esplosa dopo il conto alla rovesciata piazzato in un timer nello zainetto o per un comando a distanza. Sul caso la procura di Brescia ha aperto un fascicolo con l’accusa di terrorismo con ordigni micidiali o esplosivi e ritiene che qualche organizzazione anarchica possa aver colpito come gesto intimidatorio contro la polizia. Non ci sono stati feriti, ma secondo gli inquirenti la bomba avrebbe potuto uccidere.

La scuola di polizia dà spazio a 270 posti letto, varie aule di studio, poligono di tiro e una sala di simulazione per le attività investigative. Le indagini vanno avanti, mentre al momento non è ancora arrivata alcuna rivendicazione. Nelle ore successive sono scattati alcuni posti di blocco in città.