PONTOGLIO – Cartelli stradali sulle “tradizioni cristiane”, la scelta del sindaco fa discutere

0

A Pontoglio, nella bassa bresciana, si devono rispettare le tradizioni occidentali e cristiane, altrimenti si prega di lasciare il paese. Lo scrive in nero su lamiera lo stesso Comune che stamattina ha completato l’installazione di cinque cartelli stradali, posti ai varchi del paese. “Paese a cultura occidentale e di profonda tradizione cristiana. Chi non intende rispettare la cultura e le tradizioni locali è invitato ad andarsene” si legge sui cartelli che stanno già facendo discutere e che diversi cittadini contrari hanno definito “anti islamici”.

La decisione è arrivata dalla giunta del sindaco di centro destra Alessandro Seghezzi e comunicata sul profilo Facebook del Comune dove è stato postato il testo della delibera e una foto. “L’iniziativa, in linea con le precedenti, rispetta le linee programmatiche di inizio mandato. E’ un invito a rispettare la cultura e le tradizioni locali. Una cultura che si fonda sul rispetto reciproco: dalla donna alla musica, dall’arte ai costumi, dalle usanze ai riti tradizionali.

Il rispetto altrui, è per noi, la prima vera forma di civiltà e libertà” dice il primo cittadino interpellato dalla stampa locale. Dal resto della giunta che ha approvato la scelta si parla di un atto non razzista, ma di “informazione culturale”. Di fatto, secondo l’amministrazione si tratta di cartelli informativi.