Brescia, stagione agonistica di auto e motori, piloti e scuderie premiati all'Aci

0

Nei giorni scorsi, alla sede dell’Aci di Brescia, si è svolta la premiazione dei migliori rappresentanti dell’automobilismo agonistico bresciano. E’ stata così riportata in vita una vecchia tradizione con l’annuale riconoscimento di quelli che durante la stagione hanno ottenuto i migliori risultati nelle diverse discipline automobilistiche. “Mantenere le tradizioni sportive dell’Automobile Club Brescia – ha ricordato il direttore Angelo Centola – è uno degli impegni assunti dalla dirigenza. Si tratta di un premio che vuole essere una forma di riconoscenza per i piloti bresciani che si sono fatti onore nelle competizioni.

Per il nostro sodalizio lo sport è una delle attività peculiari. Avere ricostituito la tradizione del premio vuol essere uno strumento per ricordarlo ai tanti sportivi ed appassionati su cui conta lo sport automobilistico bresciano”. Grande soddisfazione anche da parte del vicepresidente Roberto “Bobo” Onofri, anche lui stesso pilota. Un premio speciale è andato a Giovanni Lumini, figura storica dell’Aci Brescia, dove ha trascorso cinquant’anni della sua vita “a fare progredire il Motor Sport bresciano”.

Per i 55 anni di licenza all’Aci di Brescia è stato premiato, invece, Luciano Dal Ben. Gli altri sono stati divisi tra campioni bresciani e premi speciali. Tra i primi, i piloti Stefano Gattuso per la pista, Luigi Ricci per i rally, Manuel Novaglio per la salita, Cristian Grimaldi per le specialità diverse, Marco Ardigò per il kart, Massimo Pedretti “Pedro” per i rally storici, Jason Wright Stuart per la velocità auto storiche e Franco Spagnoli per le regolarità auto storiche. Tra i navigatori, invece, campioni bresciani sono stati nominati Manuel Fenoli per i rally e Giuseppe Parisi per la regolarità auto storiche.

Tra le scuderie, Franciacorta Motori ha ricevuto il premio per avere conquistato, quinta volta, il titolo italiano nelle auto storiche di regolarità. I premi speciali, assegnati a chi ha vinto trofei o coppe nazionali o monomarca, sono stati diversi. Erik Scalvini e Alex De Giacomi per la pista, Ettore Catterina e Gianluca Saresera per i rally, Paride Macario e Francesco Laffranchi per la salita, Andrea Tonoli per il kart, Nicholas Montini per i rally storici, Giorgio Taglietti per la salita auto storiche, Daniele Salodini per pista auto storiche e Giacomo Pollini per la Formula Challenge. La quota rosa è stata garantita da Federica Bignetti e Luisa Ciatti, vincitrici del terzo raggruppamento di zona 1 del campionato italiano di regolarità.

Stesso risultato, nelle varie zone, per Osvaldo Peli, Nicola Donà, Ivan Serravalle, Davide Monici, Sergio Bacci, Romano Bacci, Emanule Peli e Angelo Seneci. Infine, sono stati assegnati premi speciali a tre giovani speranze dell’automobilismo bresciano: Jacopo Trevisani impegnato nelle gare del Campionato italiano Rally, Luca Bottarelli vincitore del Rally Italia Talent per la categoria minorenni e Leonardo Lorandi selezionato per il 12° Supercorso Federale Velocità Aci Sport.