BRESCIA – Convegno regionale Abi, “boom” di nuovi mutui sulle case. Importi maggiori da tre anni

0

Nella relazione introduttiva al convegno regionale dell’Associazione Bancaria Italiana della della Lombardia a Brescia, il presidente dell’Abi Antonio Patuelli ha reso noto che nuovi segnali positivi emergono per le nuove erogazioni di prestiti bancari. Infatti, sulla base di un campione rappresentativo di banche (relativo a oltre l’80% del mercato), nei primi dieci mesi del 2015 le nuove erogazioni di mutui per l’acquisto di immobili da parte delle famiglie hanno registrato un incremento annuo del +94,3% rispetto allo stesso periodo del 2014.

In pratica, tra gennaio e ottobre del 2015, l’ammontare delle erogazioni di nuovi mutui è stato di 39,183 miliardi di euro rispetto ai 20,169 miliardi dello stesso periodo del 2014. L’incidenza delle surroghe sul totale dei nuovi finanziamenti è pari a circa il 31% nei primi dieci mesi del 2015. Il presidente ha inoltre reso noto che l’ammontare delle nuove erogazioni di mutui nel 2015 è anche superiore al dato dello stesso periodo del 2013 (quando si attestarono a 15,456 miliardi) e pure al valore dei primi dieci mesi del 2012 (che registrarono 17,301 miliardi di euro).

I mutui a tasso variabile rappresentano, nei primi dieci mesi del 2015, il 44,3% delle nuove erogazioni complessive. Nei mesi più recenti sono in forte incremento i mutui a tasso fisso che, a ottobre 2015, hanno superato il 60% delle nuove erogazioni, quando i mutui a tasso fisso, dodici mesi prima, non raggiungevano il 25%. “Anche questi nuovi progressi sui mutui – ha affermato il presidente Patuelli – evidenziano gli sforzi di ripresa sia delle banche, sia delle famiglie, pur in un contesto di normative e di burocrazie europee che frequentemente non agevolano la ripresa”.