MALEGNO – Motori, intesa Aci-Comuni per crono Malegno-Borno. Sperando che torni italiana ed europea

0

E’ stato presentato e sottoscritto ieri, mercoledì, il protocollo d’intesa tra Aci Brescia e gli enti territoriali per l’organizzazione della cronoscalata “Trofeo Vallecamonica”, più conosciuto come Malegno-Ossimo-Borno. Con il presidente della provincia di Brescia Pierluigi Mottinelli sono intervenuti il sindaco di Borno Vera Magnolini, di Ossimo Cristian Farisè, di Malegno Paolo Erba, l’assessore al Bilancio, Sport e Tempo libero della Comunità montana della Valcamonica Claudio Cavagnoli, il sindaco di Cividate Camuno Cirillo Ballardini e il sindaco e assessore allo Sport di Lozio Antonio Giorgi.

“Si tratta di un importante momento – dice Angelo Centola, direttore dell’ente sportivo bresciano in rappresentanza dell’Aci.- Il protocollo d’intesa vale dal 2015 al 2017 e si concretizza in una serie di iniziative che i comuni del comprensorio attiveranno per promuovere il territorio. Da parte nostra, come ACI Brescia, ci impegneremo affinchè la manifestazione riacquisti la validità per il titolo italiano ed europeo”. Già l’edizione dello scorso settembre ha visto l’attivazione dell’intesa, con l’organizzazione della notte bianca il sabato sera, dopo le prove ufficiali, riscuotendo un ottimo successo. Per la prima volta, inoltre, grazie all’intuizione della scuderia Angelo Caffi e di Alex Caffi, ex pilota di Formula uno, anche le qualifiche avevano visto premiare i migliori tempi.

“Sono fiducioso che nel tempo venga riassegnata la validità di entrambi i campionati – ha ricordato Centola.- La nostra gara è importante, è una gara storica molto sentita anche dal pubblico”. Non solo, ma la professionalità mostrata anche negli ultimi anni, quando la parte tecnica era stata affidata a una scuderia bresciana, ha sempre premiato la gara camuna che è sempre stata molto partecipata anche da piloti di punta delle cronoscalate nazionali e internazionali, pur avendo in validità limitata al Trofeo Nord di Velocità in montagna.

In ambito strettamente sportivo, Ac Brescia sta lavorando perché un’altra delle sue eccellenze rimanga tale e anzi possa qualificarsi ancora di più. La 40a edizione del rally 1000 Miglia, infatti, prevede anche la disputa in città di una prova speciale spettacolo con due opzioni poste sul tavolo del primo cittadino: un circuito temporaneo a Brescia Due o la salita del Castello.