CONCESIO – Scambio di oggetti, quarta “Giornata del Riuso”. Poi si replica nel 2016

0

Dopo il successo dei primi tre appuntamenti, torna a Concesio, in Valtrompia, la “Giornata dell’Uso e Riuso” in programma sabato 28 novembre dalle 9 alle 12 e dalle 14 alle 17. Sarà l’ultimo del 2015, mentre per il nuovo anno saranno previste altre due giornate analoghe, la prima delle quali sabato 21 maggio 2016 e la seconda il prossimo autunno. Le “Giornate del Riuso” sono un modo opportuno e intelligente per scambiarsi oggetti non più utilizzati, ancora in buono stato e funzionanti. Sono state concepite proprio per allungare la vita a beni ancora fruibili da altre persone, per non produrre rifiuti evitabili. Il Comune di Concesio organizza queste giornate con Aprica e il Comitato di Solidarietà di San Vigilio nell’ambito della campagna “Riduciamo i rifiuti a Concesio”.

Proprio il Comitato si occuperà di raccogliere e conservare, anche per le finalità della propria associazione di volontariato, i beni che resteranno. Come di consueto, l’appuntamento sarà nella palestra dell’ex centro culturale in via Rodolfo da Concesio. I beni potranno essere portati e prelevati dai cittadini residenti e dovranno essere integri, in buono stato e puliti. Non saranno ammessi beni rotti, danneggiati o sporchi. Come ormai di consueto, al loro ingresso gli avventori verranno identificati da un addetto che annoterà in un registro le generalità, il tipo e numero di oggetti in entrata, verificando prima il loro funzionamento, buono stato e pulizia. Per ogni oggetto al cittadino verrà consegnato un tagliando, “spendibile” non solo in quella giornata, ma anche sabato 21 maggio.

Terminata la verifica, dopo aver consegnato il materiale agli addetti, si potrà cercare oggetti di gradimento presenti in sede e prelevarne dello stesso numero in base ai tagliandi ricevuti. Se non ci fossero oggetti che piacciono ai cittadini, si potranno conservare i tagliandi per usarli durante le “Giornate del Riuso” successive. Possono essere portate varie categorie merceologiche: accessori per la casa, libri, riviste e fumetti, piccoli elettrodomestici funzionanti, abbigliamento e accessori integri, puliti e in buono stato, giocattoli e giochi e accessori per bambini, attrezzature per disabili, attrezzi ginnici e sportivi, arredo bagno e accessori, attrezzi da giardino e arredo, stoviglie e tegami, accessori da ufficio, per auto e moto, musica e film, biancheria per la casa e hobbistica.

Per i beni ingombranti (mobili, frigoriferi di grosse dimensioni e altro) che non si possono trasportare con auto e non possono essere consegnati in palestra, verrà predisposta una bacheca dove sarà possibile affiggere fotografie (portate da casa) e descrizione (tipo dimensioni, caratteristiche principali, specifiche). Una simile bacheca si troverà anche al centro di raccolta comunale di via Aldo Moro per incentivare e agevolare il libero scambio di beni ancora fruibili. “Le tre Giornate del Riuso passate sono state un successo per critica e utilizzatori – spiega l’assessore all’Ambiente e Lavori Pubblici, Giampietro Belleri – e hanno contribuito indubbiamente ad evitare di creare rifiuti evitabili. Sta finalmente prendendo piede il concetto che il miglior rifiuto è sempre il rifiuto che non si produce e queste giornate sono finalizzate proprio alla riduzione dei rifiuti prodotti.

Un oggetto che a noi non serve più può essere ancora utile per altri, invece di esser avviato al ciclo dei rifiuti e, come detto, queste giornate sono pensate proprio per proporre una ‘vetrina’ di scambio. Infine, se da una parte si registrano notevoli risultati sul lato del recupero e riciclaggio dei rifiuti, sull’altro fronte è necessario evidenziare un aumento della loro produzione, come d’altronde più o meno in tutta Europa. E’ evidente che questa tendenza continua a contrapporsi rispetto all’attuazione di un concreto progetto di sviluppo sostenibile”.

“GIORNATE DEL RIUSO”: IL PROGRAMMA