LUMEZZANE – Verso l’Unità pastorale, vescovo di Brescia in Valgobbia. Il 29 la messa finale

0

Per dodici giorni il vescovo di Brescia monsignor Luciano Monari sarà presente a Lumezzane per una serie di incontri con gruppi, consigli pastorali, diaconi, catechisti, società sportive, consiglio comunale, giovani e realtà produttive. Si è cosi dato il via, martedì 17 novembre, all’Unità pastorale che vedrà le sette parrocchie valgobbine riunite in quattro realtà inglobate e che manterranno comunque le proprie tradizioni e la propria storia.

Non saranno cancellate ma, anzi, strettamente collegate e lavoreranno insieme proseguendo nel lavoro di sempre. Un logo è stato realizzato per rappresentare il cammino della comunità valgobbina in questo nuovo percorso verso l’Unità, non solo territoriale, ma di azione pastorale. La prima tappa del vescovo si è svolta nel teatro San Giovanni Bosco di San Sebastiano per un incontro coi catechisti e con i consigli pastorali.

E’ stato quindi il turno delle scuole, del mondo sociale e cooperativistico e stamattina l’incontro con il mondo produttivo. Quindi la visita alle Rondini e alla clinica Maugeri. Si chiude il ciclo il 29 novembre alle 10,30 nella chiesa di Pieve, la parrocchia più antica della Valgobbia risalente al 1676. Qui la messa solenne, con la partecipazione di tutti i parroci di Lumezzane, ratificherà l’Unità pastorale delle sette parrocchie. Resteranno San Sebastiano che unirà a sé il Villaggio Gnutti, Pieve che ingloberà Fontana e Valle, Sant’Apollonio e Fontana.