Rugby serie A, Patarò inizia il ritorno contro Valpolicella a Rossaghe

0

Il Patarò Lumezzane ritorna sul sintetico del Rossaghe per aprire il girone di ritorno della prima fase della serie A contro Valpolicella. Una partita che è ormai un classico per i valgobbini, quello in programma alle 14.30 di domenica è il sesto scontro con i veronesi in neanche 2 anni (3 le vittorie conquistate dai rossoblù nei 5 precedenti).  Un match che il XV di Gosling non può più permettersi di prendere sottogamba, come fatto all’esordio stagionale. A suggerirlo è innanzitutto la classifica: in caso di sconfitta i rossoblù perderebbero il terzo posto (l’unico a garantire la matematica salvezza al termine della prima parte della stagione) per cederlo proprio ai veronesi. A chiedere il bis dell’unica ed ultima prestazione con i fiocchi giocata in casa è anche il pubblico del Rossaghe che si aspetta un bis della brillante vittoria conseguita due domeniche fa con Verona.

Inoltre c’è da proseguire il percorso di crescita che ha permesso ai valgobbini di tenere testa al quotato Colorno (seconda forza del girone 2) nel turno precedente. Dulcis in fundo vanno cancellati i brutti ricordi dell’andata, di una partita giocata senza carattere e disciplina, chiusa con un’agghiacciante sconfitta per 3-21.  Uno scontro diretto in chiave salvezza che i rossoblù possono finalmente affrontare facendo affidamento sul carisma e l’esperienza del terza linea Nicola Cattina. L’ex di Zebre e Benetton  si è finalmente lasciato alle spalle lo strappo muscolare rimediato proprio alla vigilia del primo match dell’anno con Valpolicella e potrà esordire con la maglia del Lumezzane.

“Per noi questa partita vale come una finale – spiega coach Gosling – Non abbiamo alternative: dobbiamo vincere per conservare il terzo posto e allungare in classifica. Credo che la partita disputata all’andata con Valpolicella sia stata la più brutta degli ultimi 3 anni, i ragazzi sono entrati in campo poco concentrati e hanno sbagliato l’approccio al match. Domenica dobbiamo replicare il primo tempo giocato con Colorno: alzare il ritmo e giocare il più lontano possibile dai raggruppamenti. I veronesi sono specialisti nel rallentare l’uscita dell’ovale e non dobbiamo permetterglielo. Anche in mischia chiusa, nonostante finora non abbiamo avuto problemi, dovremo fare molta attenzione:  il pack del valpolicella è molto pesante”.

Dall’infermeria – dove permangono gli avanti Montini, Seminara,  Pasotti e i trequarti Venturini e Masgoutiere –  esce  Cattina, ma entra il mediano di mischia Matteo Cittadini che ha rimediato una commozione celebrale durante il match con Colorno.

Esordio per Gianluca Lepre, ala gentilmente concessa in prestito dallo Junior rugby Brescia.

La formazione del Patarò Lumezzane: Gustinelli; Zaffino, Scaramella, Locatelli, Lepre, Faralle, Canale; Cattina, Bellandi, Rizzotto; Cuello, Scotuzzi; Piciaccia, Zoli, Aluigi. A disposizione: Gennari, Piovani, Magli, Rossetti, Zaina, Giallongo, Franceschini, Savardi.