COLLIO – Migranti in hotel, scontri, insulti, minacce e bombe carta. Esposto in procura

0

Scritte ingiuriose e razziste, due bombe carta lanciate in un giorno, minacce e scontri a varie manifestazioni. Sono tutti gli episodi che si sono verificati da agosto fino a pochi giorni fa per la presenza dei diciannove migranti a San Colombano di Collio, in Valtrompia. Per questo motivo il Coordinamento Antifascista e Antirazzista della valle ha presentato un esposto alla procura di Brescia per denunciare tutti i casi.

Da quando i richiedenti asilo, su disposizione della prefettura di Brescia, si trovano all’hotel “Al Cacciatore” ospiti di una famiglia titolare, ci sono stati diversi episodi di tensione. L’ultimo, il più recente, riguarda gli insulti scritti all’esterno del centro congressi che ospitava una mostra di Giuliano Radici proprio con i volti dei migranti.

Il coordinamento parla anche del lancio di due bombe carta a fine settembre, cori razzisti alle manifestazioni e insulti verso i titolari della struttura ricettiva. Sull’esposto sono state raccolte un centinaio di firme e, nel caso in cui la procura ravvisasse la possibilità di reati penali e quindi un processo, il movimento ha anticipato di volersi costituire parte civile.