Bollette luce in Lombardia, Mantova spende di più. Brescia la più “risparmiosa”

0

Dopo l’ultimo studio sulla classifica dei capoluoghi italiani con i consumi più alti nelle bollette, il portale SosTariffe.it ha completato lo studio diramando i dati delle principali città lombarde. A Mantova si registra il consumo più alto in Regione: nel 2015 si spendono quasi 783 euro all’anno per 3.498 kilowattora consumati, con un aumento del 4,67% dei consumi energici rispetto il 2014. Al secondo e al terzo posto si classificano rispettivamente Cremona con circa 709 euro annui di bolletta della luce e Como con più di 687 euro.

Sondrio è, invece, la città dove si spende di meno per l’energia elettrica in Lombardia: in questo centro, infatti, il consumo annuo medio è di 2.909 kilowattora pari a una spesa in bolletta di circa 587 euro (circa 8 euro in meno che a Campobasso, il capoluogo italiano con i consumi più bassi). Lecco è penultima nella classifica delle città lombarde più energivore con un consumo di circa 2.975 kWh annui che comportano una spesa di 609 euro.

Se si analizzano, invece, le sole variazioni di consumo rispetto al 2014, le città lombarde più “risparmiose”, Brescia ha il primato riducendo di un quinto i consumi. Anche le famiglie di Sondrio e Varese sono riuscite a diminuire i loro consumi dall’anno scorso rispettivamente del 20,2% e del 14,7%. Mantova è, invece, la città con l’aumento maggiore (+4,6% dal 2014) seguita da Como (+1,10%).

A pesare maggiormente sui consumi e prezzi dell’energia elettrica ci sono alcuni “cattivi” comportamenti individuati da SosTariffe.it durante la propria indagine. Queste abitudini possono essere con alcuni consigli che il sito di comparazione propone per poter contenere le spese. Il portale, applicando le buone norme, pensa che gli utenti nelle città analizzate potrebbero risparmiare dai 277 ai 292 euro all’anno, ovvero dal 37% al 47% della bolletta media.

BOLLETTE LUCE: CONSIGLI E CONSUMI