BRESCIA – Giovani ansiosi, aggressivi e capaci di farsi male da soli. La famiglia è più fragile

0

Come si comportano i giovani bresciani? Lo dice un’indagine del centro “La Fenice” che si occupa di loro e delle loro famiglie nell’ambito della cooperativa “Il Calabrone”. Il documento è stato portato ieri a palazzo Loggia e racconta di ragazzi aggressivi, ansiosi e soggetti all’autolesionismo. Il rapporto ha coinvolto 400 studenti delle scuole superiori cittadine nell’ambito di un progetto a loro dedicato.

Per quanto riguarda l’aggressività, è stata segnalata in un terzo dei ragazzi, siano maschi o femmine. A preoccupare di più è lo stato di ansia registrato in 7 ragazzi su 10 e aumenta a 8 per le ragazze. E’ stato anche notato che uno su tre avrebbe svolto atti di autolesionismo e un quarto ci avrebbe pensato. Il rapporto non si propone di essere uno strumento d’allarme, ma per dare uno sguardo d’insieme al Comune di Brescia e sviluppare una serie di iniziative mirate con i Servizi sociali e dedicate ai giovani.

Dal documento, presentato dagli addetti ai lavori, emerge che le situazioni più preoccupanti arrivano da famiglie assenti, dove i genitori sono spesso fuori per lavoro, in uno stato d’animo non sereno o separati. In pratica, si chiede più sostegno anche agli operatori del sociale e agli insegnanti. Un tempo la famiglia era il punto di riferimento, ora sembra che non lo sia più.