PONTEVICO – Rubano vestiti e accessori griffati nei negozi, in manette coppia di rumeni

0

Era da qualche mese che i responsabili e commessi del negozio di abbigliamento “Caliban” di Pontevico, nella bassa bresciana, si erano accorti della mancanza di diversi capi per uomo e donna. Così avevano informato i carabinieri locali che, dopo aver visionato le immagini riprese dalle telecamere di videosorveglianza dell’attività commerciale del Comune, hanno individuato i possibili autori. Infatti, lo scorso fine settimana i militari si sono appostati fuori dal negozio riuscendo a cogliere in flagrante un uomo e una donna di origini romene di 26 e 30 anni.

Erano usciti dopo aver rubato un giubbino in pelle del valore di 400 euro. La coppia, dopo aver gironzolato nei vari reparti, ha forzato il dispositivo antitaccheggio con un coltellino e dopo aver nascosto il capo nella borsetta della donna, erano usciti di fretta e poi fermati dai carabinieri. E’ stata anche perquisita la loro casa e i militari hanno trovato e sequestrato numerosi capi d’abbigliamento griffati completi di etichetta, di dubbia provenienza, per i quali non hanno dato scontrini di acquisti.

I primi accertamenti hanno permesso di individuare alcuni vestiti che erano stati rubati nei giorni precedenti in un negozio dell’Outlet Franciacorta. Per gli altri, tra Armani, Elisabetta Franchi, Rinascimento made in italy, Motivi, Liu.jo, Moschino, Conbipel, Guess, Pinko e Prada sono in corso le indagini per capire da dove siano stati presi. I due malviventi sono stati arrestati per furto e il tribunale di Brescia nel rito per direttissima li ha rimessi in libertà per la concessione dei termini a difesa.