VALTROMPIA – “Alture festival”, a Gardone e Nave la Grande Guerra e le Prealpi Bresciane

0

Prosegue in cinque paesi della Valtrompia la rassegna “Alture festival. Storie di uomini, ascese e libertà” promossa dalla Comunità montana con il Sibca, l’Ecomuseo della valle, il Club Alpino Italiano di Gardone e Villa Carcina e l’associazione Valtrompia Storica. La montagna seduce e ammalia, strega e respinge. Esercita un’attrazione particolare perché profuma di storia, cultura, ricerca di sé stessi. Quei colossi di roccia si presentano come immobili depositari della memoria e della forza della natura ed è impossibile non subirne il fascino, si tratti di cime modeste o di vette himalayane. L’Italia, nella varietà del suo territorio, presenta località montane molto suggestive, sia d’estate che d’inverno.

Da nord a sud, la montagna offre paesaggi di laghi alpini, boschi da fiaba, incantevoli borghi ricchi di tradizioni e storia, pregiati prodotti gastronomici e parte di questa ricchezza risiede nel territorio valligiano. Ogni stagione, inoltre, offre numerose possibilità sulle attività sportive che si possono praticare: l’escursionismo, che ha acquisito una sua precisa connotazione intorno alla prima metà dell’Ottocento grazie ad avventurosi viaggiatori inglesi, si è infatti evoluto successivamente in molteplici forme di esplorazione, spesso sempre più difficoltose ed estreme. Ma non solo grandi imprese e meraviglia naturale.

L’immagine di una montagna eroica e, allo stesso tempo, tragica e austera ci viene restituita quest’anno in una maniera particolare, a un secolo dall’entrata dell’Italia nel primo conflitto mondiale e a 70 anni dalla Liberazione. Eventi che hanno penetrato in maniera decisiva la cultura nazionale ed europea e per i quali la montagna è da considerarsi molto più che un suggestivo scenario. Proprio da queste considerazioni nasce “Alture”. Attraverso questa rassegna si vogliono infatti promuovere la conoscenza e la salvaguardia dell’ambiente montano e del patrimonio locale e, allo stesso tempo, riconoscerne la tradizione storica, culturale, sociale e sportiva, soffermandosi sul territorio, ma dirigendosi anche verso l’esplorazione di mondi lontani.

Gli eventi si terranno soprattutto al Parco Mella di Gardone Valtrompia, ma anche a Nave, Sarezzo, Tavernole e Villa Carcina. Il cartello, iniziato il 12 ottobre, andrà avanti fino al 29 novembre e il prossimo appuntamento sarà giovedì 12 alle 20,45 al Parco Mella di Gardone con Enrico Camanni per “Il fuoco e il gelo – La grande guerra sulle montagne”. Poi si prosegue mercoledì 18 alle 20,45 al teatro parrocchiale di Muratello di Nave con Fausto Camerini, Rugero Bontempi e Roberto Ciri che racconteranno “Prealpi Bresciane: le montagne attorno alla Valle Trompia” con la bilioteca di Nave.

“ALTURE FESTIVAL”: PROGRAMMA COMPLETO