LUMEZZANE – Stagione Odeon, “Numero primo” di Paolini. Autobiografia che guarda al futuro

0

Tutto esaurito in prevendita per Marco Paolini che è atteso giovedì 12 novembre alle 20,45 al teatro Odeon di Lumezzane per la stagione di prosa. Dopo “Itis Galileo” e “Studio per una ballata di uomini e cani” dal 2011 al 2013, Paolini torna con lo studio per “Numero Primo”: un album per certi versi autobiografico, che riprende il filo del racconto a puntate cominciato con “Adriatico” e proseguito poi con altre storie (“Tiri in porta”, “Liberi tutti”, “Aprile ’74 e 5”, “Stazioni di transito” e “Miserabili”).

Ma se il racconto degli album è stato finora popolato di memorie, luoghi ed esperienze riferiti alla storia recente del Paese, con “Numero primo” Paolini rovescia il punto di vista, posando lo sguardo sul presente e proiettandolo verso il futuro. “Per alcuni gli album sono un racconto generazionale, uno sguardo ironico girato all’indietro – spiega nelle sue note – io stavolta vorrei cambiare registro. Ho un’età in cui non sento il bisogno di guardare indietro, di ricostruire, preferisco sforzarmi di immaginare il futuro.

Così farò un album con nuovi personaggi (e forse manterrò qualcuno dei vecchi)”. Dello spettacolo, proposto come work in progress in una tournèe appena avviata, dice che “parlerò della mia generazione alle prese con una pervasiva rivoluzione tecnologica. Parlerò dell’attrazione e della diffidenza verso di essa, del riaffiorare del lavoro manuale come resistenza al digitale. Parlerò di biologia e altri linguaggi, ma lo farò seguendo il filo di una storia più lunga che forse racconterò a puntate, come ho fatto con i primi album”.

Nella stagione in corso, Paolini ha in programma anche la ripresa della “Ballata di uomini e cani” dedicata a Jack London e sarà in scena con i giovani attori del teatro Nazionale Palestinese in “Hamlet in Jerusalem” con la regia di Gabriele Vacis. Per “Numero primo” all’Odeon tutti i biglietti sono andati esauriti in prevendita. Per altre informazioni sullo spettacolo si può visitare il sito internet. Lo spettacolo andrà in scena prima a Breno domani, martedì 10 novembre, al Teatro delle Ali e a Edolo mercoledì 11 al San Giovanni Bosco.