BRESCIA – Finti agenti della Finanza rapinano ville, arrestato l’ultimo della banda

0

Il 23 dicembre 2013 si era verificato il caso più eclatante a Lumezzane, in Valtrompia, con una rapina in villa che aveva fruttato ai ladri 450 mila euro. Faceva parte di un’escalation di furti per opera di dieci persone in cui alcuni si fingevano agenti della Guardia di Finanza per eseguire dei controlli. I carabinieri di Gardone Valtrompia con le vere Fiamme Gialle avevano portato a nove arresti tra il 7 e 8 settembre.

Gli sviluppi delle ultime ore parlano di un altro fermo ai danni di un uomo, L. S., calabrese residente a Lecco, considerato il decimo elemento e punto di collegamento tra basisti e rapinatori. Per lui le manette sono scattate ieri sera. Agli arresti sono finiti anche due veri militari della Finanza, Sandro Carrabino e Antonio Montesardi che hanno chiesto di patteggiare rispettivamente 4 anni e sei mesi e 4 anni e dieci mesi.

L’ultimo arresto è arrivato dopo le confessioni dei fermati che erano con lui nelle varie rapine in diverse province lombarde e dalle segnalazioni di alcune vittime. La loro tecnica era sempre la stessa. Tra i dieci malviventi, alcuni si presentavano agli ingressi delle ville vestiti da finanzieri con un mandato per fare presunti controlli con cui accertare evasioni fiscali inesistenti.

I proprietari, allarmati dalle divise, avrebbero consentito le operazioni mentre il resto della banda rubava gioielli e denaro. Poi dicevano ai malcapitati che non era stata rilevata alcuna criticità, ma la villa era svaligiata. Ora sono tutti in manette.