IMPERIA – Carabiniere spara all’ex bresciana e si suicida dopo lite. La donna è in coma

0

Una tragedia ha coinvolto nella notte tra sabato e domenica una bresciana di 33 anni, Barbara Zanini, residente ad Arma di Taggia, non lontano da Pietra Ligure, in Liguria, dove si era trasferita da Clusane d’Iseo per motivi di lavoro. La donna aveva avuto una storia d’amore con il carabiniere Alessio De Palmi, di due anni più giovane. Ma l’uomo si era poi sposato e la ragazza avrebbe fatto delle pressioni sul militare per lasciare la compagna e tornare con lei. In questa situazione è maturato il tentato omicidio e suicidio da parte dell’uomo.

Sabato notte, dopo l’ennesima chiamata della 33enne all’agente e alla moglie, il carabiniere era uscito armato di pistola calibro 38 dalla propria casa verso quella della bresciana. Intorno alle 2,30 è scoppiata l’ennesima discussione tra i due, con le urla che hanno allertato anche i vicini di casa per poi chiamare i carabinieri. Così sarebbero partiti due colpi di pistola. I militari di Sanremo giunti sul posto hanno trovato il corpo senza vita dell’uomo e a poca distanza quello della donna ancora viva. La bresciana è stata condotta in condizioni disperate all’ospedale Santa Corona dove è stata sottoposta a un delicato intervento chirurgico durato quattro ore e mezza per rimuoverle i frammenti ossei e il proiettile dalla testa.

La donna resta in coma farmacologico, raggiunta ieri dai genitori di Clusane dopo la notizia comunicata dai carabinieri. Niente da fare, invece, per Alessio De Palmi che, dopo aver sparato alla ragazza, avrebbe pensato di averla uccisa e si è poi puntato la pistola addosso premendo il grilletto. Subito dopo la tragedia, sono partite le indagini da parte dei carabinieri. Vengono controllati il cellulare e il pc dell’agente suicidato per capire quali elementi avrebbero portato al dramma.

De Palmi e Barbara Zanini avevano stretto una relazione nella scorsa estate per poi interrompersi su volontà dell’uomo, sposato e padre di un figlio. La 33enne avrebbe pubblicato sui social network varie foto in cui viene ritratta con l’agente. Materiale che avrebbe innervosito la moglie del carabiniere tanto da avere una lite con il compagno la sera stessa della tragedia.