PONCARALE – Inseguito dai carabinieri, ne ferisce uno. In manette con la cocaina

0

All’alba di giovedì, durante un servizio di pattuglia a Poncarale, nella bassa bresciana, un mezzo del Nucleo Operativo e Radiomobile dei carabinieri di Verolanuova ha incrociato un Fiat Doblò che ha creato qualche sospetto. A bordo, infatti, l’autista si è coperto il volto nel momento in cui ha notato la presenza dei militari. Così gli agenti sono tornati indietro dando il via all’inseguimento, mentre l’altro mezzo continuava ad andare, tanto che il conducente lanciava a terra alcuni oggetti.

Nonostante le sirene spiegate, il Doblò ha continuato la corsa fino a inserirsi in un vicolo cieco per cercare di seminarli, ma senza uscita e quindi è stato costretto a fermarsi. I carabinieri hanno perquisito l’autista trovandogli nella giacca cinque dosi di cocaina. Nel momento in cui è stato informato del fatto che sarebbe stata controllata anche la sua casa, ha iniziato ad agitarsi, cercando di allontanarsi. Ma i militari lo hanno fermato una volta, mentre l’autista è riuscito a divincolarsi iniziando a spingere le forze dell’ordine.

Uno di loro, nel tentativo di fermarlo, è stato colpito al gomito riportando una contusione guaribile in sette giorni. Il fermato è stato quindi arrestato per resistenza e lesioni a pubblico ufficiale e detenzione illecita di cocaina. L’arresto è stato convalidato dal tribunale di Brescia che ha rinviato il processo per la concessione dei termini a difesa. L’imputato è stato poi rimesso in libertà.