MARCHENO – Imprenditore scomparso a Marcheno, controlli di vigili del fuoco e Ris in azienda

0

Carabinieri del Ris di Parma, vigili del fuoco e un cane addetto alla ricerca delle persone e giunto direttamente da Bologna sono entrati di nuovo alla fonderia Bozzoli Srl di via Gitti a Marcheno, in Valtrompia. E’ l’ultima notizia, riportata da fonti di stampa, sul caso della scomparsa dall’8 ottobre di Mario Bozzoli. Stamattina, invece, accompagnata dal comandante provinciale dei carabinieri Giuseppe Spina, è giunta il medico legale Cristina Cattaneo, esperto nel settore.

Con l’aiuto della scientifica ha scattato diverse foto ai forni, spogliatoi e sul cammino che Mario Bozzoli avrebbe fatto se avesse raggiunto i locali dove cambiarsi e lavarsi. Ieri pomeriggio, invece, si era vissuto il dramma quando è stato trovato il corpo senza vita di Giuseppe Ghirardini, l’operaio 50enne dato per scomparso mercoledì e di cui venerdì sera era stata trovata l’auto, una Suzuki Vitara, chiusa normalmente dall’esterno. Il corpo era in posizione prona e ancora vestito lungo gli argini del torrente Arcanello a Ponte di Legno, in Valcamonica, a un’ora di cammino dall’auto. Non ci sarebbero segni di ferite, voci in qualche modo confermate anche dalla procura, quindi l’addetto potrebbe essere morto per il freddo. In ogni caso sarà eseguita l’autopsia.

Da verificare anche se ci siano collegamenti con l’imprenditore. Proprio mercoledì, infatti, l’operaio doveva essere interrogato e si pensa ci siano state delle tensioni negli ultimi tempi. Ma la versione deve essere ancora valutata. Patrizia Scalvi, avvocato della famiglia dell’imprenditore sparito, ha chiesto al sostituto procuratore di Brescia Alberto Rossi di accedere ai forni. Secondo il legale, infatti, la chiave di tutto si troverebbe all’interno della fonderia. Nel pomeriggio i vigili del fuoco, Ris e un cane, come detto, stanno analizzando i forni, tombini e i locali destinati al carburanti da dove vengono alimentati gli impianti. E’ giunto sul posto anche il fratello di Mario Bozzoli, Adelio, mentre lo stabilimento resta sotto sequestro.