SCHILPARIO (BG) – Caccia, fermati sei bresciani con specie protette e in zona vietata

0

Caccia senza autorizzazione, in zona di divieto, sconfinamento dal vicino comprensorio e mancata annotazione dei capi sul tesserino venatorio regionale. Sono tutte le accuse a carico di sei cacciatori bresciani, tutti dalla Valcamonica e Valtrompia, bloccati dalla polizia provinciale di Bergamo e dalle guardie venatorie.

I sei, infatti, erano impegnati in una battuta di caccia a Campelli di Schilpario, in Val di Scalve, sui monti orobici. Non avevano i requisiti per stare lì e la zona era vietata alla pratica venatoria. Sono stati identificati dagli agenti di polizia che avevano ricevute diverse segnalazioni di presunti soggetti non autorizzati.

Così, si sono appostati all’alba e notato i sei mentre cacciavano in una zona vietata. Li hanno fermati e controllati. Avevano due esemplari di gallo forcello abbattuti e uno dei sei aveva un tipo di uccello tutelato. Gli animali che avevano cacciato sono stati sequestrati con il fucile e le munizioni usate per colpire la specie protetta.