MARCHENO – Imprenditore scomparso, sparito da mercoledì anche un dipendente

0

Si è infittito nelle ultime ore il mistero della scomparsa di Mario Bozzoli, l’imprenditore di 50 anni di Marcheno, in Valtrompia, che risulta sparito da otto giorni, da quando giovedì 8 ottobre intorno alle 19 aveva incontrato alcuni dipendenti prima di seguire la via degli spogliatoi e poi chiamato la moglie. Neanche il tempo per gli inquirenti di analizzare bene tutte le tracce ed è scomparso un dipendente della stessa azienda. Si tratta di Giuseppe Ghirardini, 50 anni, che mercoledì avrebbe dovuto partecipare a una battuta di caccia, poi annullata per il maltempo.

Ma la sera stessa l’uomo non è rientrato a casa e la sorella ha denunciato l’episodio ai carabinieri. Sembrerebbe tutto, tranne una coincidenza, visto che Ghirardini è dipendente della fonderia al centro delle indagini e della ribalta mediatica nazionale da una settimana. In più, sarebbe stato uno dei tre operai che hanno visto l’imprenditore prima della scomparsa. Lo ha confermato anche il sindaco Diego Bertussi chiamato a presiedere un tavolo per le ricerche della persona.

Quelle di Mario Bozzoli, invece, si erano concluse ieri dopo giorni passati a setacciare il paese e senza rilevare alcuna traccia. La Protezione civile è partita stamattina alla volta del passo Crocedomini dove risulta essere stato presente il cellulare di Ghirardini prima di sparire dalle rilevazioni. Ma la neve e le difficoltà di far giungere un elicottero rendono le operazioni più difficili. E’ un nuovo mistero sulla scomparsa di Bozzoli.

Tutte le ipotesi restano aperte, ma c’è la sensazione che il dipendente sparito sia coinvolto in qualche modo. Gli investigatori, al momento, non hanno una traccia precisa da seguire. Mario Bozzoli, infatti, potrebbe essere stato sequestrato o aver avuto una lite in azienda, forse finita nel peggio. Ma sono solo ipotesi. Ieri Patrizia Scalvi, l’avvocato della famiglia dell’imprenditore, ha rivolto un appello ai possibili sequestratori chiedendo di dare le medicine all’uomo malato di sbalzi di pressione. E ha chiesto di parlare a chi sa qualcosa.