BRESCIA – Industria, a “Brend” si parla di meccanica con Aib e Unicredit

0

L’attuale situazione e le prospettive di crescita della meccanica bresciana saranno al centro di un focus group organizzato dall’Associazione Industriale Bresciana e Unicredit per lunedì 19 ottobre alle 17 al palazzo Martinengo Colleoni, in via Moretto 78 in città, che ospita Brend. Il comparto è al terzo posto per importanza nell’economia bresciana con circa 1.400 imprese, quasi 24 mila addetti e 5,6 miliardi di euro di fatturato, pari al 16,2% del manifatturiero provinciale.

Molto alto anche il livello di internazionalizzazione: la quota della produzione destinata alle esportazioni, infatti, supera mediamente il 60%, per un valore delle vendite all’estero pari al 26,3% del totale del manifatturiero locale. Il pomeriggio di lavori si aprirà con i saluti di Angelo Baronchelli, presidente del settore Meccanica di Aib e rappresentante legale di Ab Impianti e Alberto Foglia, vice dell’area manager Brescia di Unicredit. A seguire, Riccardo Masoero e Luigia Campagna dell’ufficio di Intelligence territoriale e settoriale di Unicredit proporranno un’analisi sulla competitività del comparto a Brescia e in Lombardia, focalizzando l’attenzione su macchine utensili, automazione, rubinetteria e subfornitura.

In chiusura, Fabio Astori, vice presidente di Aib per le Relazioni Industriali e presidente di Luxor, Giuliano Baglioni coordinatore di zona di Aib per la Valtrompia e Lumezzane e presidente di Automazioni Industriali con Roberto Boni, responsabile di marketing e innovazione di Idra commenteranno i dati presentati in una tavola rotonda moderata dal giornalista Camillo Facchini.

L’associazione degli industriali ha deciso di rinnovare il suo supporto a Bie, Brescia Industrial Exhibition, manifestazione alla sua seconda edizione, dedicata alle lavorazioni e tecnologie dei metalli, il cui concept nasce proprio dai dati presentati dallo studio Unicredit ed a Metef. Due appuntamenti, specializzati e tecnici, per valorizzare le eccellenze bresciane, favorire le relazioni B2B nel settore, facilitando nuovi scambi commerciali e garantire la presenza di operatori stranieri per stimolare l’export.