MARCHENO – Ricerche in azienda per imprenditore scomparso. Avanti ancora 48 ore

0

Si tinge sempre più di giallo la scomparsa di Mario Bozzoli, l’imprenditore di 50 anni di Marcheno, in Valtrompia e titolare col fratello dell’omonima fonderia nella zona industriale del paese. Le ricerche di vigili del fuoco, Protezione civile, carabinieri e Soccorso alpino non hanno dato alcun esito. Sono stati perlustrati 17 chilometri quadrati di terreno circostante all’azienda e le unità cinofile avevano fiutato tracce verso nord, ma le battute non hanno dato alcun risultato.

Le indagini, coordinate dai carabinieri di Gardone Valtrompia guidati dal comandante Pier Marco Borrettaz proseguono a 360 gradi senza tralasciare nulla. Ieri gli uomini della scientifica sono tornati all’interno dell’azienda per esaminare nuovi indizi, particolari, elementi utili che possano ricostruire i movimenti di Mario Bozzoli. Gli ultimi ad averlo visto sono stati gli operai, alle 19,30 circa di giovedì. La telefonata alla moglie “Irene, mi lavo, mi cambio poi vengo a casa” è stata fatta mentre usciva dal capannone, ma nel reparto docce attiguo alla fonderia e Bozzoli non è mai entrato.

Le telecamere non hanno registrato né l’uscita dalla fabbrica, né l’entrata negli spogliatoi. Dunque tutto ora torna all’interno dell’azienda dove forse potrebbero emergere elementi utili a chiarire il mistero di una scomparsa inspiegabile. Stamattina si è svolto un incontro in Prefettura per fare il punto della situazione.

Il comandante provinciale dei carabinieri Giuseppe Spina ha detto che si deciderà nelle prossime ore l’eventualità di nuovi metodi di ricerca, mentre al momento si stanno approfondendo i rapporti familiari. Si sta cercando di capire se vi fosse qualche motivo di disaccordo con parenti o dipendenti stessi dell’azienda. Non c’è nessun indagato, ma come detto le indagini e i controlli sono ora concentrati all’interno della fabbrica. Intanto, il prefetto di Brescia Valerio Valenti a margine della riunione ha annunciato che le ricerche, riprese nel pomeriggio di lunedì dopo la mattina, andranno avanti per altre 48 ore.