BRESCIA – Festival Romanino, al Diocesano uno spettacolo di danza con Angiolini

0

Martedì 13 ottobre alle 20,45, nel salone del refettorio del museo Diocesano in via Gasparo da Salò a Brescia si terrà lo spettacolo di danza “Romanino sulle punte” del Gruppo Danza Studio 76 con le coreografie di Alessandra Angiolani. Durante la serata interverranno anche Fabio Larovere e don Giuseppe Fusari, curatori della mostra “Girolamo Romanino. Il testimone inquieto” allestita fino al 30 ottobre al palazzo Creberg di Bergamo.

Nell’ambito del festival “I volti del Romanino. Rabbia e Fede” promosso dall’associazione culturale “Cieli Vibranti”, la mostra di Larovere e don Fusari è aperta dal 9 al 30 ottobre in largo Porta Nuova a Bergamo. La fondazione Credito Bergamasco presenta, al termine del restauro, la Pala dell’Assunta della basilica di Sant’Alessandro in Colonna di Bergamo insieme alle opere di Girolamo Romanino. Si tratta di dieci dipinti, per la prima volta a Bergamo, per ripensare Romanino e il suo genio inquieto nel quadro del Rinascimento italiano.

La mostra, a ingresso libero, è aperta da lunedì a venerdì dalle 8,20 alle 13,20 e dalle 14,50 alle 15,40, orari della filiale. Sabato 10, 17 e 24 ottobre dalle 14,30 alle 20,30 con possibilità di visite guidate. Domenica 11, 18 e 25 ottobre dalle 10,30 alle 18,30. Infine, sempre nella città orobica, si terranno le “Armonie per Romanino”, tre concerti dal Rinascimento alla contemporaneità.

Sabato 17 ottobre l’appuntamento sarà alle 19 nella chiesa di Santa Maria Immacolata delle Grazie con Giulio Tampalini alla chitarra per “Romanino a sei corde” e Paolo Oreni all’organo per “L’organo a colori”. L’altro sarà sabato 24 alle 19 per “Jazz on Romanino” con Giovanni Colombo al piano, Matteo Lorito al double bass e Federico Donati al drums and percussions. Lo spettacolo sarà nello spazio Creberg di piazzetta Piave, al Quadriportico del Sentierone.