FRANCIACORTA – Moto, emozione per il finale dei Trofei Wheelup Motoestate 2015

0

Un susseguirsi di emozioni caratterizza l’ultimo atto dei Trofei Wheelup Motoestate 2015, disputati presso l’Autodromo “Daniel Bonara” di Franciacorta (BS).

Fancesco_Fratus_1000_MESL’intenso programma di gare e di eventi nel paddock hanno offerto agli spettatori uno spettacolo unico nel suo genere. Oltre duecento piloti si sono affrontati per decretare i vincitori delle varie categorie, incerte fino all’ultimo. Per la prima volta ai centauri della kermesse più longeva d’Italia si sono affiancati i giovanissimi piloti del campionato CIV Junior Minimoto e MiniGp, la fucina dei futuri campioni su due ruote. Esaltante il Trial Show organizzato dal sedici volte campione italiano Fabio Lenzi e fortemente apprezzata l’opportunità per i ragazzi di divertirsi e imparare andare in moto con i corsi pratici di educazione stradale, mini trial e primi passi sulla pista minim oto. Immancabile infine il supporto dello staff della Clinica Mobile, sempre pronto nell’assistenza ai piloti.

Tante ed entusiasmanti le gare in programma, dove nella MiniOpen ci si aspettava il risultato da Davide Suardi. Forte di un discreto vantaggio in classifica generale il pilota bergamasco ha vinto la prima gara in programma ed ha concluso terzo nella seconda, preceduto dal bresciano Matteo Guarino e dal comasco Stefano Raineri. Risultato sufficiente per vincere il titolo.
Nella Naked il duello tra il ligure Rodolfo Gaggiolo e il milanese Nicolò Ruggiero ha caratterizzato tutto il campionato e si è deciso alla penultima curva dell’ultimo giro. In una staccata al limite, complice la presenza dei doppiati, Ruggiero arriva lungo dopo aver condotto la gara sin dalle prime battute offrendo su un piatto d’argento la vittoria di giornata ed il titolo a Gaggiolo, pronto ad approfittare dell’errore. Terzo il varesino Diego Masciocchi.

Le due gare in programma della 600 Motoestate vedono il cuneese Lorenzo Renaudo confermare l’enorme potenziale espresso nel corso della stagione e conquistare il titolo della categoria più difficile dei Trofei con una perentoria doppietta. Su gradini più bassi del podio arrivano il meratese Mauro Carzaniga secondo in Gara 1 e terzo in Gara 2, il novarese Niccolò Rosso terzo in Gara 1, ed il veronese Stevis Bressan secondo in Gara 2. Tutto bresciano il podio della 1000 Motoestate dominata dalla wild card Fabrizio Perotti che distacca nell’ordine Francesco Fratus e Alessandro Filippini. Nella classifica generale il genovese Giampiero Galante è campione nonostante l’assenza nell’ultima gara.

La 600 Moto Di Serie regala emozioni grazie alla vittoria di gara e titolo del giovanissimo gallaratese Manuel Perseghin e alla stoica gara del suo diretto rivale Paolo Lolli. Nonostante una clavicola fratturata in allenamento, il bolognese ha voluto comunque prendere parte alla gara ed ha concluso stremato al dodicesimo posto. Secondo di giornata il campione uscente, il piacentino Stefano Tarenzi mentre è terzo il comasco Giorgio Besana. Nella gara di casa al bresciano Matteo Mestriner basta un terzo posto per conquistare il titolo della categoria 1000 Moto Di Serie, complice anche l’assenza del capo classifica Oscare Tavella infortunatosi in allenamento e assente nella tappa decisiva. Vittoria a sorpresa per il bresciano Gianpaolo Cristini con il veneto Alessandro Eberle sul secondo gradino del podio.

Nella Race Attack, la spettacolare formula che permette d’affrontare prove e gara in un solo giorno, è confermato il domino nella categoria 1000 dello svizzero Livio Nonella, dominatore assoluto del campionato. Conclude primo nella classifica di giornata e festeggia il titolo sul gradino più alto del podio seguito da Furio Rigamonti e Andrea Radaelli. Nella 600 Roberto Carinelli vince anche le ultime due gare ma nella classifica finale di campionato e Andrea Carniglia ad imporsi meritatamente grazie al vantaggio accumulato in precedenza. Un terzo posto di giornata è quindi sufficiente per ottenere il titolo.

Le gare del Campionato Regionale Velocità Piemonte hanno infine visto al traguardo nella categoria Rookie Marco Manna, Ferri Fabio e Alessandro Piovani, nella categoria Expert Ettore Carminati, Lorenzo Erba e Edoardo Finotti. I Trofei Wheelup Motostate 2015 si concludono con una crescita importante, nell’ordine del 30% rispetto all’anno precedente. Tanti sono stati i piloti che hanno conseguito la licenza grazie alla nuove formule di gara proposte che assicurano tanto agonismo e anche costi ridotti. Uno stimolo per gli organizzatori a fare ancora meglio in previsione 2016.