MONIGA – Poesia, premio alla carriera al druso Naim Araidi

0

Dopo Fernando Arrabal e Jack Hirschman, giungerà a Moniga Naim Araidi. Al poeta druso sarà consegnato il premio alla carriera, istituito dal Comune valtenesino e giunto alla sua terza edizione. Il conferimento avverrà Venerdì 18 Settembre, alle 21, presso la sala consiliare del municipio.

Naim Araidi è un poeta, professore e politico israeliano, ex ambasciatore d’Israele in Norvegia. Appartiene alla minoranza religiosa dei Drusi, dottrina che accoglie elementi dell’Islam, del Giudaismo, dell’Induismo e del Cristianesimo, e che si è posta nei secoli come una religione quasi scientifica. Originario della Galilea, si è trasferito per motivi di studio ad Haifa fino ad insegnare nella medesima Università, in quella di Bar-Ilan, al Gordon College of Education e all’Università Araba per l’Educazione in Israele. Presentatore Tv su Channel 2, ha fondato la rivista Al-Aswar. Nel 1994, in concomitanza con la seconda Intifada, ha dato vita al Nisan Poetry Festival al fine di stabilire un canale di comunicazione fra le diverse religioni che popolano il Medio Oriente, per parlare di pace “una volta per tutte”.

Araidi è un poeta colto, ma diretto. Le sue poesie, colme di luoghi e figure che segnano la storia araba ed israeliana, recano in sé tutte le lacerazioni di quella Terra, di cui quotidianamente leggiamo sui giornali ed ascoltiamo in televisione. “Naim esprime con tre parole dei concetti che portano al loro interno vicissitudini che nemmeno in cent’anni si sono appianate – scrive Stefania Battistella nella prefazione al libro Canzoni di Galilea eppure al Poeta bastano pochi versi per spiegare l’universo ad anime capaci di sentire echi poetici, fino al punto da lasciar intuire una possibile soluzione ai mali della terra, così viene da chiedersi se l’uomo è davvero quello stesso tanto stupido da creare guerre, così come intelligente abbastanza da ricostruire dalle macerie, di nuovo, un universo di pace”.

Il premio alla carriera è un riconoscimento fortemente voluto da Igor Costanzo e Beppe Costa, supportato dall’assessorato alla Cultura, che ogni anno viene consegnato ad un personaggio che si è particolarmente distinto nel campo della letteratura.

Dopo Moniga, Araidi parteciperà al Sirmio International Poetry Festival, il festival internazionale di poesia in programma a Sirmione fino a domenica 20 settembre.

 

Lasciatemi tornare

Lasciatemi tornare alla madreterra

al mio vecchio paese,

alle pareti paurose delle tombe

lasciatemi tornare

al canto degli uccelli

al canto del gallo

alla terra dei cactus

e dei cipressi

alle gocce d’acqua

alla sorgente del villaggio

al mio insegnante di nuoto

che mi ha aiutato

a sopravvivere nell’oceano

della vita e nei mari

di ogni città…

permettetemi di tornare al lato orientale

o straniero, non importa

lasciatemi tornare a me stesso…

Lasciatemi prendere ciò che vi piace dell’occidente

m’è costata la vita e gli anni migliori senza sorridere
mai

prendete le vostre macchine
per autostrade mortali

tutti i telefoni cellulari

tutti gli schermi piatti

tutti gli strumenti sofisticati della vita moderna

non c’è necessità di uccidermi,
di lasciarmi morire

per uccidere

chi ha gelosia

nei miei confronti.

 

Naim Araidi