GAMBARA – Omicidio Marilia Rodrigues, ridotta a 30 anni la condanna per Grigoletto

0

E’ stata ridotta in appello a 30 anni la condanna per Claudio Grigoletto, il pilota ed ex istruttore di volo che il 29 agosto 2013 aveva ucciso l’amante e segretaria brasiliana di 29 anni Marilia Rodrigues Silva Martins. L’uomo, che si trova nel carcere di Bollate, era stato condannato all’ergastolo il 17 aprile del 2014 con le accuse di omicidio volontario aggravato dalla premeditazione dai futili motivi e mancanza di difesa della donna, procurato aborto e tentata distruzione di cadavere.

La ragazza sudamericana portava in grembo il figlio frutto della relazione con il suo datore di lavoro, mentre la nascita del secondo bambino con la moglie lo aveva condotto a uccidere la ragazza. In primo grado l’avvocato di Grigoletto aveva chiesto una perizia psichiatrica sull’assistito per verificare se l’uomo fosse capace di intendere e volere al momento dell’omicidio. Grigoletto, stando all’accusa, quando ha saputo che la segretaria aspettava un bambino, avrebbe aspettato che entrasse in ufficio e l’ha tramortita con un pugno per poi strangolarla dopo che la 29enne ha provato a difendersi. Poi ha tentato di bruciare il corpo, ma non c’è riuscito.

Dopo il delitto e le contestazioni a lui rivolte, aveva indicato in un amico l’omicida. La perizia sulla mente di Grigoletto, depositata nel maggio scorso all’inizio del processo d’appello alla Corte di Brescia aveva certificato come l’uomo fosse nel pieno delle sue azioni. L’avvocato si riserva di presentare ricorso in Cassazione dopo le motivazioni che saranno pubblicate tra 90 giorni. L’obiettivo è far inserire la parziale incapacità mentale dell’uomo.