BRESCIA – Intasca 3,7 milioni da affissioni pubblicitarie, condannato ex amministratore Aipa

0

Daniele Santucci, 65 anni, ex amministratore dell’Agenzia Italiana per le Pubbliche Amministrazioni (Aipa) incaricata di riscuotere le tasse delle affissioni pubblicitarie nei Comuni per poi destinarle agli enti locali, è stato condannato con rito abbreviato a 3 anni e quattro mesi di reclusione. Secondo l’accusa, formulata dalla procura di Milano con i pm Giovanni Polizzi e Riccardo Targetti che hanno condotto l’inchiesta con la Guardia di Finanza di Lecco, in cinque anni avrebbe intascato 3,7 milioni di euro.

In pratica, dal 2009 al 2014, invece di girare le imposte a circa 60 Comuni, compreso Brescia, li avrebbe messi sui propri conti correnti personali. Con questa operazione era riuscito a truffare diversi enti locali da nord a sud. Ma gli stessi Comuni erano all’oscuro della vicenda. Le casse municipali, infatti, ricevevano un’entrata minima garantita dall’Aipa, non sapendo che a loro erano destinate anche altre risorse, finite poi nel mirino della procura.

A sollevare il caso era stato un dipendente di una banca dove Santucci aveva aperto i conti riferiti all’Aipa. Ha però notato delle transazioni anomale in entrate e uscita ed è stata allertata la Banca d’Italia che ha disposto un’indagine. Da lì la scoperta. L’uomo era stato condannato al carcere nel marzo del 2014, poi ai domiciliari e adesso è libero. Sulla vicenda sarà aperto un processo nel quale Aipa, che ha avuto un risarcimento dall’amministratore, si costituirà parte civile. La somma finita nel mirino è stata sequestrata.