BRESCIA – Arte, al Diocesano la mostra sul restauro delle lunette di San Pietro in Oliveto

0

Martedì 8 settembre, alle ore 17.30, presso il Museo Diocesano, si terrà la presentazione della mostra “Aut pati aut mori”, che presenta il restauro delle lunette teresiane di San Pietro in Oliveto.

Il clamore suscitato dall’apparizione delle sei lunette della chiesa di San Pietro in Oliveto ci è restituito dall’Averoldo nelle sue Le scelte pitture di Brescia, stampata allo scoccare del 1700, pochi anni dopo la comparsa delle opere nella chiesa carmelitana. Le lunette carmelitane narrano sei episodi della vita di santa Teresa d’Avila, canonizzata nel 1622 e rimane a tutt’oggi misterioso e sconosciuto quale fu fra i frati carmelitani ad avere il compito di predisporre il programma iconografico, tutto incentrato sulla glorificazione della santa nell’intento di far risaltare al massimo il suo particolare rapporto di costante e stretta familiarità con la divinità.

La scelta degli episodi rimane assai interessante, in quanto accanto ad alcune scene che all’interno dell’iconografia teresiana sono assai comuni e frequenti sono state previste scene quanto mai atipiche e di non facile interpretazione.

La mostra sarà visitabile al Museo Diocesano fino all’8 ottobre, e in seguito dal 15 ottobre, fino al 1 novembre nella chiesa di San Pietro in Oliveto.

Francesco Paglia

Santa Teresa accompagnata da due angeli

Domenico Carretti

La Vergine orna Santa Teresa con una collana d’oro

Angelo Trevisani

Santa Teresa e la Santissima Trinità

Giuseppe Tortelli

Cristo mostra a santa Teresa i supplizi infernali

Andrea Celesti

Gesù Bambino appare a santa Teresa durante una processione eucaristica

Giovanni Segala

Morte di santa Teresa

La mostra è stata organizzata in occasione del restauro delle sei tele, compiuto dallo studio di Gian Maria Casella su iniziativa dei padri carmelitani di San Pietro in Oliveto e con il contributo della Fondazione della Comunità Bresciana.

Catalogo a cura di Giuseppe Fusari e  Angelo Loda. Schede di Fiorenzo Fisogni, Fiorella Frisoni, Giuseppe Fusari, Stefano L’Occaso, Angelo Loda e Denis Ton.

Edizione: La Compagnia della Stampa.