LONATO – Lei rompe la relazione, lui la uccide e si impicca. Tragico omicidio-suicidio

0

E’ una tragedia frutto di una relazione che si stava chiudendo quella di ieri sera sulle colline a Sedena di Lonato del Garda. In via Cappuccini, dove si trova un maneggio abbandonato e in una zona isolata, un 41enne di Calcinato, Luigi Cuel, ha ucciso la fidanzata Cezara Musteata, moldava di 18 anni e poi si è impiccato a un albero. E’ stato un amico dell’uomo a lanciare l’allarme perché non vedeva il 41enne da tre giorni.

Sapeva del rapporto con quella ragazza che aveva molti anni in meno di differenza e dello stato d’animo dell’amico con il quale spesso si confidava. Probabilmente conosceva quel posto isolato, forse perché l’aveva già frequentato con l’omicida, così ha raggiunto la collina e si è trovato di fronte una scena raccapricciante. La ragazza, residente a Castiglione delle Stiviere, in provincia di Mantova e studentessa al liceo Bagatta di Desenzano, era riversa a terra senza vita e l’amico, magazziniere in una concessionaria d’auto di San Zeno Naviglio, penzolante da un albero a poca distanza.

Il delitto e il suicidio si sarebbero consumati prima delle 19, quando l’amico ha chiamato i carabinieri e soccorsi. Stando a quanto ricostruito dagli inquirenti, sembra che la ragazza avesse troncato il rapporto con l’uomo. Ma il 41enne non accettava la fine della relazione e così aveva ottenuto l’ennesimo incontro per cercare di riavvicinarsi. La posizione restia della giovane a ricucire il rapporto avrebbe scatenato l’uomo che ha messo in atto la tragedia, soffocandola con delle fascette.

Ma il gesto potrebbe essere stato pianificato, visto che i carabinieri hanno trovato sull’auto dell’uomo una lettera dove sarebbero indicate le ragioni di quanto avrebbe fatto. Sul posto sono giunti anche la madre della ragazza e il fratello che conoscevano Luigi Cuel e non si sarebbero mai aspettati una situazione del genere. Il titolare della concessionaria, sentito dagli inquirenti, ha detto che il 41enne non si era presentato ieri al lavoro chiedendo una giornata libera per alcune difficoltà e da tempo sembrava strano. Forse proprio per quella relazione.