COLLIO – Profughi, in 300 insultano hotel e migranti. Venerdì un’altra protesta

0

E’ tornata alta la tensione ieri sera a Collio contro i diciannove profughi presenti nell’hotel “Al Cacciatore” della famiglia Cantoni.

Pochi minuti dopo la diretta con la trasmissione “Dalla vostra parte” su Rete 4 e quando i riflettori si erano appena spenti, 300 persone si sono radunate davanti alla struttura ricettiva lanciando cori e insulti contro i gestori e i migranti. All’insegna dello slogan “vi bruceremo l’albergo”, c’erano gli ultras del Brescia Calcio, attivisti di Casa Pound e Forza Nuova, compresi i cittadini.

E’ successo tutto intorno alle 21,30 quando chi protestava è riuscito a sfondare il cordone di carabinieri e Guardia di Finanza davanti all’hotel. Hanno poi raggiunto i portici e sono rimasti lì fino a dopo mezzanotte. Per venerdì 4 settembre è annunciata un’altra manifestazione di protesta.