GARGNANO – Vela, flotta ORC nel 49° Trofeo Riccardo Gorla: tutti i risultati

0

La 50 Miglia del Gorla del Garda presenta le classifiche della classe internazionale Orc, regata affollata con molti protagonisti, un bel confronto tra i cabinati italiani e una bella flotta di One Off tedeschi e svizzeri.

Copertina_65^_neutraNel gruppo Performance e Regata dalla uno alla tre  il successo è andato agli svizzeri di Banque Paris, uno Psaros 33, condotto da Luc Munier della Società Nautica di Ginevra (Regata 3). Seconda, primo dei Performace, è l’One Off Lb 10, il piccolo libera progettato da Luca Bovolato, portato in regata da suo padre Pietro. Terzo è l’altro Psaros 33, quello di Claude Fehlmann, Quarto è Joe Fly di Gianni Boventi (primo Regata due), l’altro Mumm 30 del veronese Cozzolotto, il Vitasol-Graffio di Bruno Manenti (secondo e terzo della R2). Settimo (primo R 3 ) è  il Bikini del trentino Fabio Biondo. I Minialtura vanno dalla uno alla tre. Primo è Black Arrow, l’Ice 33 firmato da Umberto Felci, condotto dal trentino Walter Caldonazzi (primo M1).

Secondo è il Melges 32 Caipirinha con Bruno Fezzardi, terzo il Bravissima di Sandro Vinci e Giovannino Pizzati, entrambe la barche della Fraglia Desenzano, quarto e primo nella M3, è il piccolo Surprise Speedy di Pighi e Bottaccini dello Yachting Club di Torri del Benaco. Primo degli M 2 è il sesto in classifica, Arcadia Bcm di Gandini-Parisi di Brenzone. In assoluto la miglior performance nei multiscafi è stata di  Safram, il Ventilo M1 che ha viaggiato ad una media di 17.89 nodi.

Primo dei monocarena è stato il Tp 52 “North West Garda” dei Club di Campione-Limone, nell’Asso dell’Assterisco di Giorgio Zamboni, nella Zero del Clandesteam di Oscar Tonoli e Luca Valerio, di El Mòro di Sinibaldi nei Protagonist, negli Ufo 22 di Roberto Delaini, e dell’Insolente di Perani nella flottiglia dei Dolphin, la classe più affollata.