COLLIO – Profughi in hotel, solidarietà degli attivisti di sinistra con Anpi e centri sociali

0

Da giovedì sera Collio, in alta Valtrompia, è al centro delle cronache provinciali per la presenza di venti profughi in un hotel non usato da tre anni e per le proteste che ne sono conseguite. Prima giovedì sera erano scesi in piazza in 200 fino a notte fonda tra cittadini, Forza Nuova e “Brescia ai bresciani”.

Ieri sera si è replicato con 500 persone che hanno lanciato uova, sassi e rivolto insulti ai titolari della struttura ricettiva e agli stessi migranti. Infine, stamattina sono arrivati alcuni militanti della Lega Nord che hanno cercato di entrare nell’hotel, ma bloccati da un presidio di carabinieri.

Nel pomeriggio, invece, è stato il turno degli attivisti di sinistra che hanno risalito la valle per manifestare solidarietà verso i richiedenti asilo per quanto successo. Sono giunte una delegazione dell’Anpi, di Rifondazione comunista, Centro sociale 28 maggio e Cgil. “Brescia non è tutta quella che ha protestato ieri – hanno detto alcuni attivisti – e qualcuno vuole strumentalizzare la situazione. C’è anche un’Italia che li vuole accogliere”. Nella foto, tratta dal Corriere.it, il presidio della polizia davanti all’hotel