BRESCIA – Strage di Hiroshima e Nagasaki, ricordo al museo di Santa Giulia

0

Il 6 e il 9 agosto 1945 le città di Hiroshima e Nagasaki, in Giappone, furono distrutte da due bombe atomiche con migliaia e migliaia di vittime e con conseguenze che fanno sentire la loro influenza di morte ancora oggi. Tra le piante chesopravvissero ai bombardamenti ci furono un aoghiri (albero del parasole) a Hiroshima e un albero di kaki a Nagasaki. 

In particolare, per ricordare le insensate atrocità causate dalle armi nucleari e sottolineare l’anelito alla vita e alla pace di ogni essere vivente, è nato il progetto dell’Albero del kaki – Rinascita del tempo: come simboli di pace, gli alberelli nati dai semi della vecchia pianta di kaki di Nagasaki sono stati distribuiti in tutto il mondo. Nella provincia di Brescia ce ne sono 40, e fra di essi un aoghiri e un albero di Kaki sono stati trapiantati anche nel cortile del Museo di Santa Giulia.
Anche quest’anno il coordinamento bresciano “KAKI TREE PROJECT” insieme al Comune di Brescia e a Fondazione Brescia Musei, per fare memoria di quanto avvenuto il 6 e il 9 agosto in Giappone, si ritroveranno attorno a questi alberi.
L’appuntamento è giovedi 6 agosto alle ore 18.00 nell’Auditorium del Museo di Santa Giulia dove inizierà la cerimonia di ricordo, aiutati da riflessioni di:
-Don Pierluigi Di Piazza (Fondatore del centro di accoglienza “Ernesto Balducci”)
-I rappresentanti della scuola dell’infanzia di San Martino della Battaglia
-Il soprano Manami Hara e l’attrice Chiara Bazzoli