ISEO – Una pantera alle Torbiere? E’ caccia al felino e la riserva chiusa fino al 3 agosto

0

Da ieri mattina il Sebino, lungo la sponda bresciana del lago d’Iseo, è allarmato per la presunta presenza di una pantera che sarebbe entrata nella riserva naturale delle Torbiere. Sono stati un camionista che stava scaricando il carburante e una coppia di gestori del distributore davanti al parco a dire di aver visto l’animale. Subito dopo è partito l’allarme alle forze dell’ordine che, come primo provvedimento, hanno chiuso al pubblico la riserva.

E’ partita poi la ricerca al presunto felino con una macchina organizzativa che vede coinvolti carabinieri, polizia locale, Corpo forestale dello Stato, Protezione civile e un elicottero insieme a un veterinario. Tutti attrezzati con cannocchiali e armi dotati di proiettili narcotici. Le ricerche sono andate avanti per tutta la giornata di ieri, piazzando anche pezzi di carne, gabbie e trappole.

Ma quando stamattina hanno svolto il sopralluogo, hanno notato che sono rimaste vuote. Due possibilità: non è passata di lì o non c’è alcuna pantera. Stamattina le forze dell’ordine hanno ripreso a cercare e hanno fatto il punto della situazione in una riunione in prefettura a Brescia. Il risultato è che il parco resterà chiuso fino a lunedì 3 agosto e sarà aperto solo dopo altri controlli. Domani era prevista una manifestazione nella riserva e quindi è stata annullata. Il dubbio, se c’è una pantera, è capire da dove sia arrivata.