BRESCIA – Accusato di adescare minori sul web. Imprenditore non risponde al giudice

0

Ha preferito non rispondere alle domande di Lorenzo Benini, giudice per le indagini preliminari del tribunale di Brescia, l’imprenditore bresciano di 57 anni che da ieri si trova al carcere di Canton Mombello dopo essere stato arrestato. Ne dà notizia il GiornalediBrescia.it citando fonti giudiziarie.

Per lui il sostituto procuratore Ambrogio Cassiani ha formulato l’accusa di prostituzione minorile nella vicenda che lo vedrebbe coinvolto in una serie di presunti rapporti sessuali con almeno quattro ragazzini di 16 anni. Giovani che l’uomo avrebbe trovato su vari annunci online e fissando incontri. Rapporti che sarebbero risultati consenzienti, visto che avevano presentato delle tariffe da 10 a 30 euro.

Gli avvocati dell’uomo, Tiziana Difrancesco e Cristiano Ruggiero hanno confermato che l’uomo “non si è sentito di rispondere, è ancora molto turbato per l’arresto”. I legali hanno anche smentito il fatto che l’uomo abbia confessato. In ogni caso l’imprenditore resta in carcere.