GAVARDO – Minaccia di far saltare la casa con il gas, denunciato per procurato allarme

0

La scorsa notte a Gavardo, in Valsabbia, i carabinieri del Nucleo operativo Radiomobile locale e del comando hanno denunciato a piede libero per procurato allarme N. A., originario del Brasile di 30 anni, pluripregiudicato per reati contro il patrimonio, la persona e di droga e già sottoposto al divieto di ritorno a Treviso Bresciano.

Dopo una segnalazione arrivata dallo stesso giovane alla centrale dei carabinieri con cui aveva minacciato di far esplodere con il gas l’appartamento in cui abita a Gavardo, gli agenti sono intervenuti trovandolo alterato dall’abuso di alcol o droghe. Subito immobilizzato e preso in custodia, è stato calmato e fatto visitare dai medici che lo hanno portato all’ospedale di Gavardo per sottoporlo al trattamento specifico.

Il 17 giugno era stato arrestato per maltrattamenti in famiglia, lesioni personali aggravate, sequestro di persona, violenza privata, minaccia, danneggiamento e porto di armi od oggetti atti ad offendere. Dopo quella segnalazione arrivata da alcuni residenti, i carabinieri erano intervenuti nella casa della fidanzata convivente che poco prima, al culmine di una lite per futili motivi, era stata aggredita, picchiata e tenuta in ostaggio dall’uomo.

In aiuto della giovane erano arrivati il padre e il fratello, anche loro malmenati e minacciati di morte. Dopo l’interrogatorio di garanzia del giudice per le indagini preliminari del tribunale di Brescia l’arresto era stato convalidato e e sottoposto al divieto di dimora a Treviso Bresciano.